martedì 17 gennaio | 14:34
pubblicato il 19/set/2014 19:17

Scozia: Parolin, la tentazione piu' facile e' quella di chiudersi

(ASCA) - Vicenza, 19 set 2014 - ''La tentazione piu' facile e piu' comoda e' quella di chiudersi''. Cosi' il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, commenta i troppi processi di isolamento in atto in Europa. ''Accanto ai fenomeni di apertura ci sono anche tanti fenomeni di isolamento e di chiusura, forse un po' per paura. Ad esempio - spiega incontrando i giornalisti a Vicenza, che gli chiedono un commento sull'esito del referendum in Scozia - non e' un risultato scontato quello di quest'Europa che apre le sue frontiere ai nostri gruppi e alle nuove culture.

Evidentemente la differenza fa sempre un po' di paura e suscita qualche timore. Ecco quindi che la tentazione piu' facile e piu' comoda e' quella di chiudersi, ma abbiamo visto che l'isolamento non e' mai produttivo. L'isolamento non porta assolutamente a nessuna crescita, ne' personale ne' del popolo. Quindi e' bene impegnarsi''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Di Maio: Renzi ha indebitato l'Italia, noi paghiamo il conto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa