mercoledì 22 febbraio | 05:20
pubblicato il 13/set/2014 13:24

Schifani: con costituente popolare non faremo fusione a freddo

"Bisogna aggregare i moderati per il futuro del centrodestra" (ASCA) - Chianciano T. (Si), 13 set 2014 - "Bisogna aggregare i moderati per dare un futuro progetto di centrodestra attraverso la realizzazione di punti programmatici, che saranno fissati in maniera ben chiara dalla costituente popolare che nascera' sulla base di idee e progetti: non sara' una fusione a freddo, ma proverra' dalla base". Lo afferma il presidente di Ncd, Renato Schifani, a margine della Festa dell'Udc a Chianciano Terme (Siena). "Il leader - aggiunge - verra' nel tempo: noi siamo contrari ai leader calati dall'alto, quindi arrivera' dalla logica del dibattito politico, dalla capacita' di affermare la sua leadership". "Vogliamo unire per pesare e contare di piu' in una logica dialettica con Renzi, ma finalizzata a fare in modo che questa area possa in un governo straordinario realizzare dei punti programmatici che stanno a cuore dell'elettorato di centrodestra. Questo - conclude - rimane per noi un governo straordinario".

Xfi

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia