sabato 10 dicembre | 19:21
pubblicato il 02/giu/2011 10:34

Schifani: Basta clima veleno,abbassare toni e lavorare per paese

Festa 2 giugno e 150esimo ci danno significato unità e coesione

Schifani: Basta clima veleno,abbassare toni e lavorare per paese

Roma, 2 giu. (askanews) - In occasione della Festa del 2 giugno il presidente del Senato Renato Schifani ha voluto lanciare un invito alle forze politico a fermare "il clima acido e velenoso" e ad "abbassare i toni". "Quella del 150esimo dell'Unità d'Italia e del 2 giugno - ha detto - sono due feste che si saldano. Credo che la presenza di grandi delegazioni internazionali che saranno con noi tutto il giorno, danno il significato di unità del nostro paese, di una coesione richiamata sempre dal capo dello Stato, e ci incoraggiano sempre di più a fare un grande appello all'intero paese e alle forze politiche ad abbassare i toni e a fare in modo che i problemi reali del paese, problemi sempre più stringenti, vengano affrontati in un clima di confronto e non in questo clima acido e velenoso a cui si assiste da troppo tempo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina