domenica 11 dicembre | 07:44
pubblicato il 18/ott/2013 12:24

Scelta Civica: Monti, mie dimissioni sono irrevocabili

(ASCA) - Roma, 18 ott - ''Si''', le dimissioni da presidente di Scelta Civica sono irrevocabili, ''perche' alcune personalita' di Scelta Civica di minoranza, considerate autorevoli, hanno travisato la natura di Scelta Civica''. Lo ha spiegato il senatore a vita Mario Monti, a margine della commemorazione di Wilfried Martens a Palazzo Giustiniani. ''Scelta Civica sostiene molto tenacemente il governo e vorrebbe che facesse tutto il possibile per il Paese intensificando l'impegno e attraverso una maggiore capacita' del premier Letta di frenare la dominanza dei due partiti principali che si muovono con interessi elettorali.

Mauro, Casini e altri - ha aggiunto - criticano questa posizione e ritengono che l'appoggio al governo debba esere senza se e senza ma, che non e' la 'line' del partito.

Inoltre non e' la linea del partito neanche fare aperture al Pdl, che prima non sia stato emendato da alcune personalita' e caratteristiche di comportamento che abbiamo visto in questi anni''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina