sabato 03 dicembre | 16:32
pubblicato il 23/ott/2013 18:56

Scelta Civica: Balduzzi-Sberna-Piepoli-Zuanna, rafforzare partito

(ASCA) - Roma, 23 ott - ''Scelta Civica si e' presentata come una speranza per gli italiani, capace di raccogliere e continuare il patrimonio di serieta' e di servizio al bene comune costituito dall'esperienza del Governo guidato dal Presidente Monti. Si tratta oggi di non lasciar spegnere quella speranza, perche' di essa il Paese ha bisogno oggi almeno quanto ieri, nel momento in cui - passata la fase piu' drammatica della crisi - dobbiamo consolidare il nostro equilibrio finanziario e al tempo stesso favorire il ritorno di una crescita del Paese che non lasci indietro i piu' poveri, i piu' svantaggiati e le giovani generazioni.

Il documento approvato ieri sera dal Direttivo di Scelta Civica costituisce un primo, ma necessario passo verso la definizione di una linea politica chiara e coerente, pur in un tempo di grande movimento del quadro politico e di grande attenzione, unita pero' a grande disorientamento, da parte dell'opinione pubblica. Spettera' all'Assemblea di Scelta Civica, convocata per la prossima settimana, validare e approfondire la linea politica, valutando altresi' se vi siano o meno le condizioni per dare continuita' alle alleanze in corso''. E' quanto affermano in una niota i parlamentari di Scelta civica Renato Balduzzi, Gian Piero Dalla Zuanna, Gaetano Piepoli e Mario Sberna. ''E' molto importante - proseguono - la riaffermazione del nostro no al superamento di Scelta Civica prima di averla costruita e consolidata, proprio perche' le ragioni che ci hanno indotto ad accogliere la proposta e il programma di Mario Monti non sono venute meno. Cosi' pure, all'interno della nostra identita' popolare, liberale ed europeista sara' molto importante valorizzare tutte le dimensioni culturali esistenti, evitando la fallace e semplificatoria distinzione mediatica tra cattolici e non cattolici, che dimentica, tra l'altro, la ricchezza del cattolicesimo democratico. A quella tradizione hanno fatto e continuano a fare riferimento uomini e donne che, a livello italiano ed europeo, hanno sempre inteso la propria identita' ''popolare'' non in senso conservatore''. ''Per noi - aggiungono i quattro parlamentari - la modernizzazione dell'Italia deve tenere insieme efficienza, sussidiarieta' e solidarieta', ed e' percio' molto importante che il documento del Direttivo di Scelta Civica abbia indicato per l'Italia l'obiettivo di una economia sociale di mercato altamente competitiva e solidale. Questo obiettivo e' il parametro del nostro sostegno al governo. La lealta' di Scelta Civica e' fuori discussione, ma si e' leali proprio quando si dichiarano, pubblicamente e senza sotterfugi, la priorita' e gli indirizzi che, a giudizio di una forza politica, il governo deve seguire per restare fedele ai cittadini. Sappiamo che, con un ruolo diverso, almeno temporaneamente, il presidente Monti non fara' mancare la sua attenzione e la sua vicinanza allo sforzo che faremo di consolidare Scelta Civica'', concludono Balduzzi, Sberna, Piepoli e Zuanna.

com-brm/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari