lunedì 05 dicembre | 06:19
pubblicato il 12/giu/2013 12:09

Scelta Civica: avviata fase organizzazione territoriale

Scelta Civica: avviata fase organizzazione territoriale

(ASCA) - Roma, 12 giu - ''Scelta Civica ha avviato la propria organizzazione sul territorio. In ogni regione, in ogni provincia italiana da oggi ci sara' un punto di riferimento per i cittadini che vorranno partecipare al rafforzamento del progetto politico avviato lo scorso dicembre da Mario Monti e che oggi rappresenta una componente decisiva per la tenuta della maggioranza del governo di responsabilita' nazionale.

L'ufficio di presidenza di Scelta Civica, riunito ieri a Roma alla presenza del presidente Mario Monti, ha approvato - informa una nota - l'indicazione dei coordinatori politici e dei responsabili organizzativi di quindici regioni e di ottanta coordinatori provinciali. Il quadro territoriale si completera' il prossimo martedi', quando si provvedera' alle nomine anche per le regioni Molise, Piemonte, Lombardia, Toscana e Sicilia''.

''Sempre nella riunione di ieri l'Ufficio di presidenza di Scelta Civica ha avviato la procedura di modifica dello Statuto del partito: l'approvazione del nuovo statuto, prevista entro il mese di giugno, consentira' a Scelta Civica di essere il primo partito italiano a recepire le disposizioni del Disegno di legge Letta sul finanziamento ai partiti. Il progetto di Scelta Civica - prosegue il comunicato - e' di utilizzare i prossimi mesi estivi per avviare la fase costituente del partito, lanciando una innovativa campagna di adesione al partito, le cui modalita' stanno per essere definite dal gruppo di lavoro coordinato dal deputato Andrea Causin, responsabile organizzativo di Scelta Civica''.

''Il nostro obiettivo - ha dichiarato Causin - e' di consentire agli oltre tre milioni di italiani che hanno votato Scelta Civica alle ultime elezioni politiche e a tutti i cittadini che avranno voglia di partecipare al rafforzamento di questo nuovo soggetto politico di divenire protagonisti della nuova fase costituente del sistema politico italiano. Si tratta di una sfida impegnativa in una fase terribilmente complicata della vita del nostro Paese.

Mai si era registrato un cosi' alto tasso di astensionismo addirittura in elezioni amministrative, per tradizione molto vicine a care ai cittadini italiani. Il nostro partito e' nato lo scorso dicembre proprio per offrire una opzione alternativa a quella che riuscivano a mettere a disposizione i partiti tradizionali, una Scelta Civica appunto, centrata sulla figura di Mario Monti, affiancato dal meglio che il mondo delle professioni, del volontariato, della cultura, della vita reale del Paese era in grado di offrire alla politica e alle Istituzioni. Ed e' proprio da li', dal rilancio dei contenuti dell'agenda Monti - coordinata dal prof. Pietro Ichino -che il nostro movimento, ormai organizzato in partito nella migliore tradizione della cultura politica del nostro Paese, ripartira' per riproporre ai cittadini italiani un'alternativa credibile, una Scelta Civica''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari