martedì 06 dicembre | 17:53
pubblicato il 26/mag/2014 13:18

Sc: Rabino, ora creare un nuovo soggetto liberale democratico e popolare

(ASCA) - Roma, 26 mag 2014 - ''Occorre avviare subito un processo costituente per la creazione di un nuovo soggetto politico liberale democratico e popolare, che parta dai territori. Dobbiamo dare al piu' presto un riferimento stabile e una casa comune a quegli italiani, oggi 200 mila, e li ringrazio per questo ''atto di fede'' in un contesto difficilissimo, e domani auspicabilmente molti di piu', che si aspettano una Riforma Europea dell'Italia, un processo di modernizzazione e cambiamento profondi per il nostro Paese all'insegna dei valori liberali''. Lo ha dichiarato il responsabile Organizzazione ed Enti Locali di Scelta Civica, Mariano Rabino. ''Le ragioni della nostra Scelta Europea sono tutte da rivendicare: dobbiamo riconoscere di aver sbagliato a comunicarle o meglio dobbiamo riconoscere che qualcun altro e' stato piu' bravo di noi a farle proprie. Onore e merito alla svolta liberale e riformista di Matteo Renzi, che ha portato il Pd a risultati storici. Le nostre ragioni, dunque, hanno vinto. Non abbiamo vinto noi. Cosa fare ora? Una prima risposta istintiva potrebbe essere quella di diventare la costola liberale del Pd. Invece ritengo che occorra costuire un presidio autonomo, visibile e permanente per i valori liberaldemocratici e popolari perche' Renzi e' si' un leader liberale, ma il Pd rischia ancora di essere prigioniero dei retaggi e condizionamenti conservatori di certo socialismo europeo. Scelta Europea e' stata una prima tappa per costruire questa casa. La prima uscita non e' stata esaltante, tutt'altro!, anche se il contesto di polarizzazione mediatica tra politica e antipolitica ha finito per spazzare via, a vantaggio di Renzi, le forze identitarie intermedie'', aggiunge Rabino. ''Fare per fermare il declino, Centro Democratico e Scelta Civica dichiarino conclusa la loro missione; sciolgano le loro organizzazioni e si mettano con generosita' a disposizione, anche con i loro gruppi parlamentari, del cantiere costituente unitario, in modo che sia inclusivo ed aperto verso tutti i mondi liberali e popolari, oggi frammentati in mille rivoli. Per produrre una nuova, indispensabile spinta propulsiva si autoconvochino al piu' presto assemblee territoriali aperte in modo da eleggere democraticamente leader territoriali provvisori. Si fissi per luglio una Conferenza Nazionale per definire identita', valori e programma del nuovo soggetto politico e si convochino per settembre primarie liberali, popolari, libere e aperte a tutti i cittadini, per la elezione del leader, in modo da avere una guida forte e finalmente legittimata dal basso'', conclude Rabino.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni