sabato 03 dicembre | 19:05
pubblicato il 21/gen/2014 12:00

Sartori avverte: "le preferenze sono controllate dalla mafia"

"Non dimenticarsi la ragione per cui sono state eliminate"

Sartori avverte: "le preferenze sono controllate dalla mafia"

Roma, 21 gen. (askanews) - "Tutti si dimenticano che le abbiamo abolite le preferenze. Le preferenze sono controllate meticolosamente al sud dalla mafia, perché basta un dieci per cento per spostare una maggioranza. Mentre al nord sono pochissime, e quindi gli apparati di partito provvedono loro". E' il monito del politologo Giovanni Sartori, sull'annunciata battaglia in Parlamento di molti parlamentari contro il no di Matteo Renzi e Silvio Berlusconi al ripristino delle preferenze nella nuova legge elettorale. "Il Parlamento dei nominati - ha aggiunto Sartori, parlando ad "Agorà" su Raitre- è sempre esistito e sempre esisterà finché non si passerà al doppio turno alla francese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari