lunedì 23 gennaio | 18:43
pubblicato il 09/ago/2013 20:33

Sardegna/elezioni: Piras (Sel), esito gia' scritto in accordi Pd

Sardegna/elezioni: Piras (Sel), esito gia' scritto in accordi Pd

(ASCA) - Cagliari, 9 ago - Il giorno successivo alla presentazione dei candidati per le primarie alla presidenza della Regione Sardegna, il Pd cerca di mettere una pezza alla rottura con i potenziali alleati, Sel, Idv, Upc, Verdi e Centro democratico, prevedendo, a livello di garanti, una procedura specifica per questi soggetti politici: le candidature, solo per loro, potranno essere presentate entro il 2 settembre (data in cui, invece, i candidati sin qui presenti dovranno presentare le firme di sostegno). Il sorteggio dei posti sulla lista passa quindi al 4 settembre prossimo.

Una decisione che non sembra raccogliere l'attenzione delle forze a cui si dirige l'apertura. Salvatore Lai dell'Idv osserva che ''l'alto numero di candidati non e' segno di vitalita' della sinistra sarda ma viceversa e' sintomo di una sua frammentazione interna, a cominciare dal partito principale'' ed invita a riprendere in considerazione la proposta di ''una candidatura condivisa''.

Dal canto suo Sel, per bocca del deputato Michele Piras afferma ''Penso che il centrosinistra stia dimostrando di non aver capito l'aria che tira nell'Isola, e abbia rinunciato troppo in fretta a ricercare figure unificanti ed innovative, scegliendo la strada di una competizione interna fra uomini e donne espressione del ceto politico di un solo partito, con un esito chiaramente gia' scritto negli accordi intercorsi fra le principali aree del Pd''.

Per concludere: ''Se le candidature resteranno quelle ad oggi conosciute, il 29 settembre si celebreranno le primarie del Pd e personalmente, pur non disconoscendo il valore delle personalita' finora in campo, sarei a questo punto portato a decidere dove passare l'ultimo week end di settembre: al mare piuttosto che in campagna, certamente non alle urne''.

Di qui l'invito di Piras: ''Ci troviamo di fronte a un caso di autismo conclamato, che magari portera' soddisfazioni a qualcuno in sede di primarie, ma che non puo' che rivelarsi perdente alle elezioni regionali. Fermiamoci finche' siamo in tempo. O meglio ancora: proviamo a fare un passo in avanti''.

bef/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4