sabato 10 dicembre | 19:28
pubblicato il 09/ago/2013 20:33

Sardegna/elezioni: Piras (Sel), esito gia' scritto in accordi Pd

Sardegna/elezioni: Piras (Sel), esito gia' scritto in accordi Pd

(ASCA) - Cagliari, 9 ago - Il giorno successivo alla presentazione dei candidati per le primarie alla presidenza della Regione Sardegna, il Pd cerca di mettere una pezza alla rottura con i potenziali alleati, Sel, Idv, Upc, Verdi e Centro democratico, prevedendo, a livello di garanti, una procedura specifica per questi soggetti politici: le candidature, solo per loro, potranno essere presentate entro il 2 settembre (data in cui, invece, i candidati sin qui presenti dovranno presentare le firme di sostegno). Il sorteggio dei posti sulla lista passa quindi al 4 settembre prossimo.

Una decisione che non sembra raccogliere l'attenzione delle forze a cui si dirige l'apertura. Salvatore Lai dell'Idv osserva che ''l'alto numero di candidati non e' segno di vitalita' della sinistra sarda ma viceversa e' sintomo di una sua frammentazione interna, a cominciare dal partito principale'' ed invita a riprendere in considerazione la proposta di ''una candidatura condivisa''.

Dal canto suo Sel, per bocca del deputato Michele Piras afferma ''Penso che il centrosinistra stia dimostrando di non aver capito l'aria che tira nell'Isola, e abbia rinunciato troppo in fretta a ricercare figure unificanti ed innovative, scegliendo la strada di una competizione interna fra uomini e donne espressione del ceto politico di un solo partito, con un esito chiaramente gia' scritto negli accordi intercorsi fra le principali aree del Pd''.

Per concludere: ''Se le candidature resteranno quelle ad oggi conosciute, il 29 settembre si celebreranno le primarie del Pd e personalmente, pur non disconoscendo il valore delle personalita' finora in campo, sarei a questo punto portato a decidere dove passare l'ultimo week end di settembre: al mare piuttosto che in campagna, certamente non alle urne''.

Di qui l'invito di Piras: ''Ci troviamo di fronte a un caso di autismo conclamato, che magari portera' soddisfazioni a qualcuno in sede di primarie, ma che non puo' che rivelarsi perdente alle elezioni regionali. Fermiamoci finche' siamo in tempo. O meglio ancora: proviamo a fare un passo in avanti''.

bef/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina