sabato 21 gennaio | 01:12
pubblicato il 02/ago/2013 14:09

Sardegna/elezioni: per il Pd primarie sotto il sole d'agosto

Sardegna/elezioni: per il Pd primarie sotto il sole d'agosto

(ASCA) - Cagliari, 2 ago - Primarie del tutto inusuali per la candidatura a presidente della Regione in Sardegna. Pd ed alleati hanno infatti deciso di avviare il processo delle primarie nel cuore del mese di agosto. Secondo il regolamento previsto per la coalizione, gli aspiranti candidati dovrebbero presentare le candidature il prossimo 8 agosto, raccogliere le firme sulle spiagge dell'isola nelle settimane successive e presentarle il giorno 2 di settembre. Il voto sulle candidature sarebbe rinviato poi al giorno del compleanno di Bersani (e di Berlusconi), il 29 settembre.

Nonostante il curioso cronogramma (che non manca di sollecitare interrogativi negli ambienti isolani circa la reale volonta' di aprire la primarie al di la' dei soliti noti), la platea dei pretendenti appare gia' affollata. Dopo la rinuncia di pezzi da novanta come l'ex governatore Renato Soru, il segretario regionale e parlamentare del Pd, Silvio Lai, l'on. Francesco Sanna, stretto collaboratore del premier Enrico Letta, appaiono pronti a misurarsi in quella che sembra una conta molto interna al sistema politico locale, il presidente della provincia di Nuoro, Roberto Deriu, l'eurodeputata Francesca Barracciu, il sindaco di Sassari, Gianfranco Ganau, esponenti del Pd, mentre per il Partito socialista il candidato sarebbe Simone Atzeni, e Italia dei valori punterebbe sul costituzionalista Pietro Ciarlo.

Controversa la candidatura di Paolo Manichedda, proveniente dal Partito sardo d'azione.

A sorpresa, il sottosegretario alla salute, Paolo Fadda (Pd), ha lanciato nelle scorse settimane il nome di un sacerdote, don Ettore Cannavera che, dal canto suo, in una intervista all'Unione Sarda, ha ricordato di avere gia' ricevuto, a suo tempo, offerte di candidatura a Sindaco di Cagliari ed a presidente della Provincia, senza, tuttavia, accoglierle.

Riserbo stretto, invece, sull'ipotesi che vorrebbe antagonista del governatore uscente, Cappellacci, l'esponente sindacale dei giornalisti Franco Siddi, segretario generale della Federazione nazionale della stampa. Radicato a Cagliari, Siddi, considerato esterno alla dinamica politica locale, viene preconizzato da molti osservatori come risorsa da spendere nell'occasione.

sat/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4