giovedì 19 gennaio | 20:55
pubblicato il 29/ott/2013 16:12

Sardegna: Cirillo, incoerente con linea governo ricomprare isola Budelli

Sardegna: Cirillo, incoerente con linea governo ricomprare isola Budelli

(ASCA) - Roma, 29 ott - Da parte del ministero dell'Ambiente esercitare il diritto di prelazione sull'isola di Budelli, perla dell'arcipelago della Maddalena recentemente acquistata da un privato, sarebbe non solo un problema di risorse ''ma anche di coerenza rispetto alla filosofia generale del governo che va verso la dismissione dei beni pubblici''. Lo ha detto - a margine di una conferenza stampa tenuta oggi a Roma insieme al presidente della regione Sardegna, Ugo Cappellacci, e al sindaco de La Maddalena, Angelo Comiti - il sottosegretario all'Ambiente, Marco Flavio Cirillo, quando stanno per scadere i 90 giorni utili a esercitare il diritto di prelazione dopo l'acquisizione dell'isola da parte di un privato neozelandese, per poco meno di 3 milioni di euro.

Ciononostante ''non sara' toccato un granello di sabbia'', ha assicurato il presidente della giunta sarda, Cappellacci.

''Se avessi 3 milioni di euro disponibili - ha aggiunto - vorrei investirili per riqualificare l'ambiente e rafforzare i vincoli, non per mettere in un cassetto un certificato di proprieta'''. Cosi', lo stesso sindaco dell'arcipelago, Comiti, ha sottolineato che ''se il ministero dell'Ambiente investisse 3 milioni per esercitare il diritto di prelazione lo troverei scandaloso alla luce delle molte altre emergenze che richiedono interventi: se risorse ci sono non servono per sostituirci a un privato, ma per risolvere altri problemi come quello della discarica di Sasso Rosso alla Maddalena''.

Comiti ha poi evidenziato che il neo propretario di Budelli ''ha comprato un patrimonio mondiale, ma anche di vincoli'' e come sull'intero arcipelago vi siano ''fortezze ed edifici militari, dal potenziale enorme se riqualificati, in mano pubblica e quasi completamente distrutti: serve un accordo tra istituzioni e privati per catturare risorse da quest'ultimi, non importa a chi appartengono le cose, cio' che importa sono le regole che tutti sono tenuti a rispettare su quei beni'', ha concluso il sindaco. Non prima di ricordare che ''i principali guardiani dell'isola di Budelli sono i maddalenini: se quelle isole sono quasi interamente vergini, salvo qualche insediamento abitativo, e' anche e soprattutto per volere degli abitanti della Maddalena''.

stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale