venerdì 09 dicembre | 03:09
pubblicato il 29/ott/2013 16:12

Sardegna: Cirillo, incoerente con linea governo ricomprare isola Budelli

Sardegna: Cirillo, incoerente con linea governo ricomprare isola Budelli

(ASCA) - Roma, 29 ott - Da parte del ministero dell'Ambiente esercitare il diritto di prelazione sull'isola di Budelli, perla dell'arcipelago della Maddalena recentemente acquistata da un privato, sarebbe non solo un problema di risorse ''ma anche di coerenza rispetto alla filosofia generale del governo che va verso la dismissione dei beni pubblici''. Lo ha detto - a margine di una conferenza stampa tenuta oggi a Roma insieme al presidente della regione Sardegna, Ugo Cappellacci, e al sindaco de La Maddalena, Angelo Comiti - il sottosegretario all'Ambiente, Marco Flavio Cirillo, quando stanno per scadere i 90 giorni utili a esercitare il diritto di prelazione dopo l'acquisizione dell'isola da parte di un privato neozelandese, per poco meno di 3 milioni di euro.

Ciononostante ''non sara' toccato un granello di sabbia'', ha assicurato il presidente della giunta sarda, Cappellacci.

''Se avessi 3 milioni di euro disponibili - ha aggiunto - vorrei investirili per riqualificare l'ambiente e rafforzare i vincoli, non per mettere in un cassetto un certificato di proprieta'''. Cosi', lo stesso sindaco dell'arcipelago, Comiti, ha sottolineato che ''se il ministero dell'Ambiente investisse 3 milioni per esercitare il diritto di prelazione lo troverei scandaloso alla luce delle molte altre emergenze che richiedono interventi: se risorse ci sono non servono per sostituirci a un privato, ma per risolvere altri problemi come quello della discarica di Sasso Rosso alla Maddalena''.

Comiti ha poi evidenziato che il neo propretario di Budelli ''ha comprato un patrimonio mondiale, ma anche di vincoli'' e come sull'intero arcipelago vi siano ''fortezze ed edifici militari, dal potenziale enorme se riqualificati, in mano pubblica e quasi completamente distrutti: serve un accordo tra istituzioni e privati per catturare risorse da quest'ultimi, non importa a chi appartengono le cose, cio' che importa sono le regole che tutti sono tenuti a rispettare su quei beni'', ha concluso il sindaco. Non prima di ricordare che ''i principali guardiani dell'isola di Budelli sono i maddalenini: se quelle isole sono quasi interamente vergini, salvo qualche insediamento abitativo, e' anche e soprattutto per volere degli abitanti della Maddalena''.

stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni