mercoledì 07 dicembre | 11:50
pubblicato il 21/ago/2014 18:24

Santelli (Fi): no bronzi Riace a Milano, ma ipotesi investimento

Per qualche mese in cambio di centinaia milioni euro a Mibact (ASCA) - Roma, 21 ago 2014 - "La Calabria non ha interesse a percepire solo un terzo dell'incasso dei biglietti venduti per l'esposizione dei Bronzi all'Expo. A queste condizioni, la regione Lombardia puo' serenamente pensare di chiedere altre opere d'arte oggi ospitate a Firenze o a Roma. Non capiamo perche' proprio i Bronzi che, ribadiamo, possono essere visitati da chiunque, con poco piu' di un'ora di volo da Milano a Reggio".

E' quanto afferma in una nota la deputata di Forza Italia Jole Santelli. "Bisogna essere chiari una volta per tutte. Chi ha da guadagnarci, in tutta questa storia, e' solo ed esclusivamente la citta' di Milano. E allora e' inutile continuare a ripetere che i Bronzi di Riace sono patrimonio dello Stato. Lo sono anche le opere ospitate in tutti gli altri musei del Paese. La nostra posizione resta ferma sul no. Ma chi vuole realizzare questa operazione sappia che non puo' pensare di espropriare gratuitamente la Calabria di un suo patrimonio artistico. Diverso sarebbe se si ragionasse su un'idea per la quale il trasferimento temporaneo delle statue, da restituire a Reggio Calabria prima della fine dell'Expo, rientrerebbe all'interno di un progetto complessivo che riguarda la valorizzazione della cultura e del patrimonio artistico della Magna Grecia in Calabria, per cui tale trasferimento corrisponderebbe al simbolo di tale investimento.

Ad esempio - spiega la coordinatrice calabrese azzurra - si potrebbe chiedere ai calabresi cosa pensano dell'ipotesi di lasciare andare i Bronzi per qualche mese in cambio di un investimento del Mibact di alcune centinaia di milioni di euro per la creazione di un unico parco archeologico della Magna Graecia. Un'idea che consentirebbe di mettere in rete tutti i siti archeologici della provincia, dall'antica Kaulon a Locri Epizefiri, da Medma a Casignana, da Taureana a Reggio, ponendo al centro di questo straordinario sistema il museo nazionale e i Bronzi di Riace, oltre alle ricche testimonianze della storia millenaria delle poleis magnogreche. La citta' metropolitana di Reggio Calabria diventerebbe cosi' uno dei piu' grandi insediamenti archeologici del mondo, divenendo potenzialmente una delle piu' attrattive destinazioni di turismo culturale del Mediterraneo. Ovviamente alla base di ogni valutazione - conclude Jole Santelli - ci devono essere il vaglio sulla trasportabilita' delle opere e la disponibilita' del governo a investire su Reggio e sulla Calabria. Cio' rappresenta la base accettabile di discussione su cui, credo, lo stesso governo dovrebbe lavorare e proporre".

Pol/Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni