domenica 26 febbraio | 20:54
pubblicato il 08/lug/2014 12:00

Santa Sede in perdita ma bilancio vaticano 2013 + 10 milioni

Bilancio -24 milioni euro ma consuntivo Governatorato +33 milioni

Santa Sede in perdita ma bilancio vaticano 2013 + 10 milioni

Città del Vaticano, 8 lug. (askanews) - Il bilancio consuntivo consolidato della Santa Sede per l'anno 2013 chiude con un deficit di ? 24.470.549 dovuto soprattutto alle fluttuazioni negative derivanti dalla valutazione dell'oro per circa 14 milioni di euro. Quanto al Governatorato, che ha una amministrazione autonoma ed indipendente da contributi della Santa Sede, il consuntivo 2013 si è chiuso con un saldo attivo di ? 33.040.583, in aumento di circa 10 milioni rispetto a quello dell'anno precedente. Lo rende noto il Vaticano con un comunicato diffuso a inizio del pomeriggio. "Considerando, com'è normale, i risultati dei due Bilanci nel loro complesso, risulta un attivo di circa 10 milioni di Euro". I bilanci sono stati approvati dal Consiglio dell'Economia che si è riunito sabato scorso. Durante la riunione la Prefettura per gli Affari Economici della Santa Sede - come abituale a questo momento dell'anno - ha presentato una relazione sui due Bilanci principali relativi al 2013.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech