lunedì 16 gennaio | 22:53
pubblicato il 14/ott/2013 14:52

Sanita': sindacati, tagli a settore devastanti. Siamo limite sussistenza

Sanita': sindacati, tagli a settore devastanti. Siamo limite sussistenza

(ASCA) - Roma, 14 ott - ''Auspichiamo che il Governo Letta smentisca con i fatti la riduzione del finanziamento al sistema sanitario nazionale. Un taglio dall'attuale spesa, dal 7,1% del pil al 6,7% nel 2017, sarebbe devastante per la tenuta dei servizi ai cittadini e per la qualita' del lavoro di medici e operatori sanitari. Siamo all'allarme rosso, al limite della sussistenza''. Con queste parole Cecilia Taranto, Segretaria Nazionale Fp-Cgil, e Massimo cozza, Segretario Nazionale Fp- Cgil Medici, lanciano l'allarme in merito ai possibili tagli al sistema sanitario nazionale e chiedono, come gia' fatto la scorsa settimana dalla segretaria nazionale della Cgil Vera Lamonica, di ''scongiurare ulteriori pesanti riduzioni dei livelli essenziali di assistenza, a partire dalla cancellazione dell'aumento dei ticket, che si tradurrebbero in altri 2 miliardi di tagli alla salute''.

''Sarebbe una scelta scellerata - aggiungono i due sindacalisti - visto che il nostro e' uno dei sistemi pubblici piu' sostenibili dell'area Ocse, meno costoso di quello tedesco (8,4% del pil), francese (8,7%) e olandese (9,5%), e persino del tanto citato esempio statunitense (8,3%), che registra il livello piu' alto di spesa sanitaria complessiva, pari al 17,7% del Pil tra spesa pubblica e privata, contro il nostro virtuosissimo 9,2%''.

''Medici e operatori sono allo stremo. Mentre le strutture sanitarie sono state 'asciugate' con la riduzione dei posti letto e dei finanziamenti, nulla si e' fatto sui servizi di prossimita'.

Invece di portare la sanita' tra i cittadini, con presidi territoriali, in questo modo la si ridimensionerebbe in modo drammatico. Con il taglio degli sprechi si giustifichi un insopportabile colpo all'universalita' del nostro sistema. La spesa va semmai efficientata - concludono Taranto e Cozza - ma vista la sua entita' non puo' ulteriormente essere ridotta''.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello