martedì 17 gennaio | 13:58
pubblicato il 05/feb/2013 19:15

Sanita': Palagiano (Riv.Civ.), 20% italiani over65 ma SSN non si adegua

(ASCA) - Roma, 5 feb - ''L'Italia e' un Paese che non riesce a garantire a tutti i cittadini pari accesso alle cure e che, in prospettiva, sembra sempre piu' in difficolta' nell'adempimento di tale compito. A destare preoccupazione sono, ad esempio, gli scarsi investimenti in cura delle malattie croniche a fronte di un progressivo e marcato aumento delle aspettative di vita. Secondo quanto emerge dal Country Report Italia 2013, il 20% degli italiani ha piu' di 65 anni, praticamente una persona ogni 5 residenti. Ma, se lo sviluppo della medicina ha allungato la vita dei malati cronici, cio' tuttavia non si traduce in un miglioramento del loro stato di salute''. Lo dichiara Antonio Palagiano, Presidente della Commissione d'inchiesta errori sanitari e responsabile sanita' Idv, candidato nella lista Rivoluzione Civile, commentando il Country Report Italia 2013, il documento di studio e analisi dello stato di salute degli italiani prodotto dall'Associazione di iniziativa Parlamentare e legislativa per la salute e la prevenzione.

''Secondo i dati ISTAT 2011 - prosegue Palagiano - ben il 28,9% della popolazione, ovvero oltre 17 milioni di persone, e' affetto da una malattia cronica, spesso connessa all'invecchiamento, come diabete, ipertensione, osteoporosi, artrosi-artrite, malattie del cuore, disturbi nervosi. A fronte di questa realta', e' preoccupante che, sebbene il Piano Sanitario Nazionale 2011-2013 registri i relativi cambiamenti della domanda di salute, la situazione attuale sembra lontana, anche in prospettiva, dal garantire risposte adeguate. Attualmente, infatti, come abbiamo denunciato nella relazione conclusiva dell'attivita' di indagine della Commissione da me presieduta, le risorse destinate all'assistenza a lungo termine sono inferiori all'1% del PIL, e nel 2030 non supereranno comunque l'1%''. ''Appare evidente, quindi, la necessita' di una svolta concreta nella sanita' italiana, una svolta che deve significare un'inversione di rotta rispetto alla direzione in cui oggi sta andando il nostro SSN. Adeguarlo alla realta' della popolazione italiana - conclude Palagiano - e riorganizzarlo in base a queste esigenze, mantenendo in piedi il necessario equilibrio tra diritto all'assistenza sanitaria e bilanci delle regioni, sara', quindi, uno dei nostri primi obiettivi in questo campo''.

com/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Di Maio: Renzi ha indebitato l'Italia, noi paghiamo il conto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa