lunedì 27 febbraio | 15:50
pubblicato il 10/lug/2014 16:14

Sanita': M5S, integrare pubblico-privato? Renzi smentisca suoi ministri

(ASCA) - Roma, 10 lug 2014 - ''Non accettiamo di far passare il concetto di un diritto alla salute realizzato attraverso l'ausilio o, ancora peggio, l'obbligo di un'assicurazione privata. Se, come emerge dai segnali lanciati in queste ore dai ministri Lorenzin e Poletti, il Governo intende attuare queste politiche affaristiche, si preparino ad affrontare una battaglia durissima perche' noi non ci stiamo. Altrimenti, invitiamo il presidente del Consiglio a smentire immediatamente i suoi ministri''. Cosi' i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari Sociali commentano quanto riportato da alcuni organi di stampa relativamente al convegno di presentazione del rapporto ''Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali di Censis e Unipol'', che si e' svolto mercoledi' alla presenza dei ministri della Salute e del Lavoro. ''Quella di un welfare pubblico che finisca tra le braccia delle compagnie assicurative e' piu' di un'ipotesi. In occasione del convegno il presidente di Unipol, Pierluigi Stefanini, ha affermato che se saranno superati 'i pregiudizi consolidati, il pilastro socio-sanitario, inteso non piu' solo come un costo, puo' divenire una solida filiera economico'. Tutto questo il numero uno dell'assicurazione delle cooperative rosse lo ha detto parlando davanti al 'suo' ministro, Poletti, ex presidente di Legacoop, il quale a sua volta ha definito l'integrazione sanitaria tra pubblico e privato 'una vera rivoluzione produttiva e occupazionale'.

A metterci il carico - aggiungono - e' stata poi il ministro Lorenzin, la quale ha affermato che, a partire da settembre, la sanita' integrativa sara' un 'pilastro' della riorganizzazione del SSN''. ''Parole, quelle dei due ministri, che'' per il Movimento 5 Stelle ''sono macigni'': ''Invitiamo il presidente del Consiglio a smentire immediatamente, con dichiarazioni e fatti, i suoi ministri e le logiche affaristiche e di parte che esprimono. Questa visione utilitarista, non universalmente garantista, di societa' e della sanita' e', per noi, semplicemente irricevibile''. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech