giovedì 23 febbraio | 15:51
pubblicato il 27/mag/2013 20:02

Sanita': Lorenzin, fondamentale avvio nuovo Patto Salute con Regioni

Sanita': Lorenzin, fondamentale avvio nuovo Patto Salute con Regioni

(ASCA) - Roma, 27 mag - ''Fin dai primi giorni di lavoro abbiamo affrontato il tema della spesa sanitaria nel suo complesso. Riteniamo fondamentale dare subito avvio ai lavori per il nuovo Patto per la salute, da portare avanti insieme alle Regioni''. Lo dichiara in una nota il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

''In questa prospettiva - prosegue il ministro - pare opportuno chiarire, con riferimento alla questione dei ticket che, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n.187/2012 (che ha reso non operante la misura di compartecipazione alla spesa sanitaria per un importo pari a 2 miliardi dal 2014 prevista dal d.l. 98/11), in sede di predisposizione della legge di bilancio 2014-2016 non potra' che essere rideterminato il livello del finanziamento del SSN per l'importo di due miliardi dal 2014'', conclude Lorenzin.

com-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
L'Italia del vino chiude 2016 con record vendite in Cina
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech