mercoledì 22 febbraio | 19:03
pubblicato il 11/ott/2013 14:08

Sanita': Fadda, chiusura opg battaglia civilta'. Presentato programma

(ASCA) - Roma, 11 ott - Il sottosegretario di Stato Paolo Fadda ha incontrato ieri mattina gli assessori regionali per avviare un fattivo confronto sullo stato di attuazione del programma di chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari.

Per Fadda, la chiusura degli Opg una ''battaglia di civilta''' non procrastinabile, che deve essere combattuta congiuntamente dal Governo, dalle regioni, dagli enti locali e dal mondo del volontariato. Ha evidenziato l'urgente necessita' di realizzare contemporaneamente i percorsi di riabilitazione e reinserimento sociale delle persone oggi ancora presenti negli OPG, studiando e adottando misure alternative alla loro detenzione per continuare nell'azione di dimissione dei pazienti degli ospedali. Fadda, ricordando le parole del Presidente Napolitano che ha definito gli ospedali psichiatrici giudiziari ''un autentico orrore indegno di un paese appena civile'', ha sottolineato che per gli internati negli Opg non e' previsto ''ne' indulto ne' amnistia'', e che solo ''un forte e continuo impegno nostro'', consentira' di sanare questa orribile e drammatica condizione; sono tra l'altro a disposizione tutte le risorse.

Inoltre, il sottosegretario ha preso l'impegno con le Regioni al fine di accelerare al massimo l'erogazione di tali finanziamenti. Ha assicurato che la relazione che i Ministeri della Salute e della Giustizia presenteranno al Parlamento entro il 30 Novembre, sara' redatta di comune accordo con le Regioni. Tale relazione, da lui stesso definita ''operazione Verita''', conterra' un'esatta fotografia dello stato di attuazione dei programmi e degli impegni futuri delle singole Regioni.

Le regioni hanno assicurato di voler serrare i tempi accelerando sugli adempimenti necessari per la conclusione del complesso iter burocratico. Gli assessori intervenuti hanno fornito un quadro preciso sulla attuale situazione nelle singole Regioni e si sono impegnati a presentare al ministero entro i prossimi 25 giorni anche i programmi inerenti l'utilizzo dei fondi di spesa corrente che permetteranno da subito anche alle Regioni che sono soggette al piano di rientro di assumere quelle figure professionali necessarie al miglioramento dei servizi sul territorio.

Fadda ha concluso rimarcando che per raggiungere questo obiettivo e' necessario che tutte le Regioni portino a termine i loro programmi perche', altrimenti, come e' ovvio, si corre il rischio che non tutti gli Opg potranno essere chiusi.

red/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech