martedì 24 gennaio | 19:11
pubblicato il 18/feb/2013 20:06

Sanita': Comm. Errori, nessun diktat su ospedale Maresca in Campania

Sanita': Comm. Errori, nessun diktat su ospedale Maresca in Campania

(ASCA) - Roma, 18 feb - Dell'ospedale Maresca di Torre del Greco, la Commissione d'inchiesta su errori e disavanzi sanitari ''si e' occupata incidentalmente nell'ambito della relazione finale approvata il 22 gennaio, dove ha illustrato modalita', stato di attuazione ed effetti del decreto n. 49 del 2010 di riordino della rete ospedaliera della regione Campania. Ivi e' previsto che tale presidio sia riconvertito in struttura ospedaliera ad indirizzo riabilitativo e possa ospitare una Struttura Polifunzionale per la Salute (SPS), mentre le unita' operative per acuti confluiranno nella struttura di Boscotrecase''. E' quanto si legge in una nota diffusa dall'organismo parlamentare, a seguito delle dichiarazioni dell'on. Aniello Formisano sul ruolo che la Commissione avrebbe svolto a proposito della destinazione dell'ospedale campano.

''La Commissione, che non ha titolo per pronunciarsi sulle scelte di merito di destinazione del nosocomio, di esclusiva competenza della regione - prosegue la nota - ha preso atto della rimodulazione del cronoprogramma decisa dal commissario della ASL Na 3 Sud, limitandosi pertanto a descrivere l'attuale configurazione del presidio, ed auspicando al contempo che si attivi quanto prima il previsto punto hospice con 12 posti letto, per garantire assistenza a pazienti bisognosi di cure palliative in quella che risulta essere una delle ASL piu' popolose del territorio nazionale.

La Commissione ha altresi' sottolineato che, ai sensi della legge n. 38 del 2012, e del successivo Accordo Stato-regioni del 25 luglio 2012, occorre la sollecita istituzione del Coordinamento Regionale per le cure palliative e la terapia del dolore, contestualmente all'attivazione, presso ogni ASL, di una Unita' Operativa Centralizzata di Cure Palliative: tutti gli indicatori ministeriali confermano, infatti, che la Regione Campania e' l'ultima regione italiana per numero di hospice attivi e di medici palliativisti, a fronte della sempre crescente incidenza delle patologie tumorali e del numero di pazienti oncologici che muore in ospedale nei reparti di degenza ordinaria o per acuti''.

''Occorre, infine, precisare, che non spetta comunque alla Commissione, ne' tantomeno al suo Presidente, Antonio Palagiano, esprimere indirizzi o diktat sulla destinazione funzionale degli ospedali, che puo' essere decisa solo dai competenti organi regionali ed aziendali. La Commissione, come puo' evincersi da tutti i documenti approvati in corso di legislatura, valuta, piuttosto, gli effetti del piano di riordino ospedaliero nel piu' generale contesto dell'analisi del piano di rientro dal disavanzo sanitario e sempre nell'ottica del contemperamento tra esigenze di bilancio, razionalizzazione della spesa e dell'offerta sanitaria, ed effettiva tutela del diritto alla salute della popolazioni interessate''.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4