mercoledì 07 dicembre | 21:16
pubblicato il 03/lug/2014 17:06

Sanita': Cgil, sbagliato escludere medici e infermieri da Patto Salute

(ASCA) - Roma, 3 lug 2014 - ''La chiusura del Patto per la salute 2014-2016, annunciata dalla Ministra Beatrice Lorenzin, sancisce l'esclusione dal confronto di chi quotidianamente opera negli ospedali e nei servizi territoriali, a partire da medici e infermieri. Difficilmente il Patto potra' essere attuato senza la loro condivisione. Un metodo sbagliato, nonostante i ripetuti annunci della Ministra sulla volonta' di confrontarsi con i sindacati''.

Cosi', Cecilia Taranto, Segretaria Nazionale Fp-Cgil e Massimo Cozza, Segretario Nazionale Fp-Cgil Medici.

''Nel merito - aggiungono - rimangono senza risposta questioni centrali per il governo del Servizio Sanitario Nazionale, dal rinnovo del contratto bloccato da 5 anni al futuro di oltre 35mila precari della sanita' fino alla responsabilita' professionale.

Un Patto per la salute scritto come se i cittadini non avessero piu' bisogno di medici ed infermieri. Cosi' non va bene''.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni