giovedì 08 dicembre | 18:04
pubblicato il 26/gen/2013 12:08

San Raffaele: Formigoni indagato per corruzione

San Raffaele: Formigoni indagato per corruzione

Il governatore, ''nessun centesimo di denaro pubblico dissipato''.

(ASCA) - Milano, 26 gen - Roberto Formigoni e' stato iscritto nel registrato degli indagati aperto dalla Procura di Milano sul dissesto dell'ospedale S.Raffaele. L'ipotesi di reato contestata al governatore lombardo e' quella di corruzione.

Lo scrive oggi il Corriere della Sera. ''Il presidente della Regione Lombardia - si legge nell'articolo del quotidiano di Via Solferino - gia' inquisito nel filone sula Fondazione Maugeri, e' ora indagato con il mediatore Pierangelo Dacco' con l'ipotesi di corruzione anche in rapporto ai finanziamenti pubblici erogati negli anni dal Pirellone alla vecchia gestione dell' ospedale S.Raffaele fondato da Don Luigi Verze' e guidato sino al suicidio il 18 luglio 2011 dal vice presidente Mario Cal. Formigoni - scrive ancora il quotidiano - aveva sempre ripetuto come a suo avviso questa fosse 'una vicenda che riguarda alcuni privati, la Regione Lombardia e' del tutto estranea, come tutti sanno anche se fanno finta di non sapere'; e piu' volte aveva rimarcato che sull'istituto di Don Verze' 'la magistratura ha indagato per 16 mesi e nessun addebito e' stato sollevato nei confronti della regione: ne' del presidente, ne' di assessori, dirigenti o funzionari'.

Ora non e' piu' cosi'''.

''Non un reato e' stato commesso, non un centesimo di denaro pubblico e' stato dissipato''.

Cosi' il presidente della Regione Lombardia.

Per Formigoni, che ha parlato a margine della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario in corso al Palazzo di Giustizia di Milano, ''se questa notizia e' vera e' stato commesso un reato perche' e' stata informata la stampa e non sono stato informato io''.

Formigoni ha esortato i cronisti a leggere con attenzione il contenuto dell'articolo pubblicato sul Corriere della Sera: ''Questo famoso consulente non ha capito nulla e non e' con l' ignoranza che si possono sollevare accuse''. La ''cosa chiara'' di questa vicenda, ha detto ancora il governatore lombardo, e' che ''non un solo centesimo di denaro pubblico e' stato dissipato, nessuno puo' dimostrare e potra' dimostrare il contrario''. fcz/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni