martedì 24 gennaio | 12:17
pubblicato il 28/nov/2014 10:01

Salvini vola al congresso Front, da Le Pen per consacrare asse

Grande soddisfazione per invito, è riconoscimento internazionale

Salvini vola al congresso Front, da Le Pen per consacrare asse

Milano, 28 nov. (askanews) - Dagli scranni dell'Europarlamento Strasburgo, dove ieri ha votato con i grillini e gli euroscettici a favore della mozione di censura alla Commissione europea, al palco del Congresso del Front National di Marie Le Pen che si tiene domani e dopodomani a Lione. Con tappa intermedia a via Bellerio in Milano per lavorare allo sbarco del Carroccio al Centro e al Sud d'Italia. Matteo Salvini prova a foggiare una nuova Lega con ambizioni di leadership oltre i confini padani, a dare una dimensione nazionale, e una visibilità internazionale, alla sua possibile candidatura a leader del centrodestra.

Per Salvini, l'invito della Le Pen al congresso del Front National è "un riconoscimento internazionale" importante che dà "grande soddisfazione". "La Lega - ha detto Salvini ad askanews - viene invitata, anche fuori confine, per dare il suo contributo". Il leader del Carroccio sottolinea: "Non siamo solo invitati, ma al Congresso interveniamo. E questo è bello perché stiamo costruendo un'Europa diversa".

Salvini afferma di non temere che l'accostamento della Lega a un partito di estrema destra possa danneggiare il movimento. "Il Front National non è un partito di estrema destra. Prende voti da artigiani, operai, agricoltori. Ed è la dimostrazione che le etichette non funzionano più. E' quello - ha spiegato - che sto cercando di fare. E' ciò che ho fatto in Emilia: prendere i voti di chi ha votato Cinque Stelle, Pd oltre che degli elettori di destra".

Salvini anticipa i contenuti del suo intervento: "Porterò l'identità della Lega; noi siamo autonomisti e federalisti. Con il Front national ci sono delle differenze ma soprattutto molti punti in comune. Su tutti i temi internazionali siamo d'accordo: immigrazione, Islam, la Russia, l'odio per l'Europa di Bruxelles e delle banche". Quali sono gli altri partner internazionali della Lega? "Ci sono gli austriaci, gli olandesi, i fiamminghi - ha detto Salvini in versione internazionale - Abbiamo studiato anche il modello degli ungheresi di governo che sono nel partito popolare e che hanno applicato la flat tax e mandato a quel paese la Commissione Europea. C'è la Russia, ci sono amici dalla Svizzera...".

Il segretario federale della Lega interverrà domani, sabato, alle 16.30, dopo la relazione d'apertura di Marie Le Pen, che parlerà al mattino. "Sarà un momento molto vivo - ha detto - e molto frenetico. Sicuramente ci incontreremo, ma il palcoscenico è il suo, mica è mio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
M5s
Grillo precisa testo:Trump-Putin statisti forti, bene se dialogano
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4