mercoledì 22 febbraio | 19:45
pubblicato il 04/set/2015 14:49

Salvini visita Cara Mineo: solo 2 ospiti sono profughi di guerra

"Dobbiamo accogliere ma non possiamo svuotare Africa e Asia"

Salvini visita Cara Mineo: solo 2 ospiti sono profughi di guerra

Mineo (Catania), 4 set. (askanews) - "Sono presenti 3.042 ospiti. Fra Eritrea, Libia e Siria, ci sono 2 ospiti su 3.042 del Cara di Mineo. Son queste le nazioni per cui l'Europa prevede il diritto d'asilo immediato. Poi ci sono 4 indiani. Ci sono 295 bengalesi. Basta che qualcuno prenda Wikipedia e cerchi di capire. La nazionalità più rappresentata è la Nigeria, dove sarò a fine mese ed è una terra bellissima e ricchissima che va aiutata a crescer là dove la guerra occupa solo una minima parte del territorio". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, uscendo dal Cara di Mineo dove stamani si è recato in visita.

"Dobbiamo accogliere veramente chi scappa dalla guerra e dalle bombe - ha aggiunto -, ma non possiamo svuotare l'Africa e l'Asia pensando di accoglierli in Italia ed Eurpa per il business di chi specula. E' più utile spender lì i soldi che stiamo sbattendo via qua".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech