domenica 26 febbraio | 13:26
pubblicato il 08/mar/2016 16:04

Salvini: io manderei i soldati in Libia a combattere

Rimpiango Gheddafi, meglio un dittatore che tribù che si scannano

Salvini: io manderei i soldati in Libia a combattere

Roma, 8 mar. (askanews) - "Sarà impopolare ma io i soldati in Libia li manderei a combattere. Se ho degli appoggi in loco e c'è un piano per il dopo, sì, certo, li manderei". Lo dice Matteo Salvini, leader della Lega Nord, a "La Zanzara" su Radio 24.

"Qualcuno - dice Salvini - ci ha dichiarato guerra. Con l'Isis dialogare è impossibile, quindi avendo dei punti d'appoggio ed avendo ben chiaro che cosa fare dopo l'intervento militare, io però i soldati li manderei". C'è da rimpiangere Gheddafi: "Sì, e con me tante altre persone. Era meglio il dittatore Gheddafi rispetto alle cento tribù che scannano, crocifiggono, tagliano le gole e usano l'immigrazione clandestina come business grazie ai governi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech