venerdì 09 dicembre | 14:32
pubblicato il 08/mar/2016 16:04

Salvini: io manderei i soldati in Libia a combattere

Rimpiango Gheddafi, meglio un dittatore che tribù che si scannano

Salvini: io manderei i soldati in Libia a combattere

Roma, 8 mar. (askanews) - "Sarà impopolare ma io i soldati in Libia li manderei a combattere. Se ho degli appoggi in loco e c'è un piano per il dopo, sì, certo, li manderei". Lo dice Matteo Salvini, leader della Lega Nord, a "La Zanzara" su Radio 24.

"Qualcuno - dice Salvini - ci ha dichiarato guerra. Con l'Isis dialogare è impossibile, quindi avendo dei punti d'appoggio ed avendo ben chiaro che cosa fare dopo l'intervento militare, io però i soldati li manderei". C'è da rimpiangere Gheddafi: "Sì, e con me tante altre persone. Era meglio il dittatore Gheddafi rispetto alle cento tribù che scannano, crocifiggono, tagliano le gole e usano l'immigrazione clandestina come business grazie ai governi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
M5s
Grillo richiama M5s: programma unico per i candidati premier
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Lungarotti, Cantine aperte a Natale
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina