martedì 06 dicembre | 07:26
pubblicato il 08/nov/2015 12:04

Salvini a Bologna: non chiedo permesso a zecche centri sociali

"Attentato a Tav? Spero che qualcuno finisca in galera"

Salvini a Bologna: non chiedo permesso a zecche centri sociali

Bologna, 8 nov. (askanews) - "Non è normale che per manifestare in una piazza bella, in una città aperta, libera, democratica, generosa si debba chiedere permesso a qualche zecca dei centri sociali, che di notte danneggia una linea ferroviaria lasciando a piedi decine di migliaia di persone". Lo ha detto il leader della Lega Nord Matteo Salvini parlando con i giornalisti in piazza Maggiore a Bologna al suo arrivo alla manifestazione "Liberiamoci e ripartiamo".

"Spero che qualcuno finisca in galera - ha concluso - e che ci sia la ferma condanna da parte di tutti perchè si può non essere d'accordo con la Lega di Salvini ma non distruggere le linee ferroviarie".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari