giovedì 23 febbraio | 16:12
pubblicato il 29/ott/2013 14:58

Salute: al via progetto Sparks per un nuovo modello di cura

(ASCA) - Roma, 29 ott - Al via il progetto Sparks, per un nuovo modlelo di cura. Grazie al finanziamento dalla Comunita' Europea, il progetto Sparks (Somatic Practices, Art and Creativity for Special Needs) instaura una piattaforma internazionale di collaborazione finalizzata alla ricerca e allo scambio interculturale sulla questione dell'autoapprendimento negli ambiti della disabilita', partecipazione e qualita' della vita. Sparks sara' presentato a Roma (il prossimo martedi' 5 novembre alle ore 15.00) presso la Sala Nassirya del Senato.

Partner del progetto sono cinque organizzazioni attive nel campo dell'educazione al movimento somatico: Leben nuova (Italia), Babyfit (Slovacchia), Soma (Francia), ArtMan (Ungheria), Embody Move Association (Regno Unito). Il gruppo di lavoro europeo comprende uno staff di circa 25 professionisti con ruoli, esperienze e competenze diversi.

Attraverso seminari e incontri periodici Sparks mira alla definizione di metodologie innovative in grado di produrre risorse pratiche di cura applicabili in istituzioni sanitarie e contesti sociali di vario tipo. Oltre a organizzare programmi di formazione a livello professionale, i partner, ciascuno nel proprio paese, promuovono attivita' educative rivolte a istituzioni, comunita' locali, associazioni, singole persone e gruppi.

Il lavoro si basa sull'Educazione Somatica, in particolare sul Body-Mind Centering (Bmc) che, attraverso forme di conoscenza esperienziale, porta l'individuo allo sviluppo della consapevolezza corporea e al potenziamento di processi collettivi di apprendimento. Il Bmc, sviluppato dalla statunitense Bonnie Bainbridge Cohen a partire dagli anni Settanta, attinge tanto dalle terapie tradizionali, le neuroscienze, la psicologia in eta' evolutiva e la ricerca clinica, quanto da pratiche basate sul lavoro corporeo, la danza, le arti performative e altre attivita' di natura artistica e creativa.

Il progetto Sparks si inserisce in un nuovo paradigma che si va affermando nel sistema sanitario globale come ''democrazia della salute'', che vede la partecipazione dei pazienti alla definizione di politiche di assistenza pubblica, oltre che di strategie di trattamento e protocolli di ricerca clinica.

Nell'arco del biennio 2013 - 2015, complessivamente, si prevede un coinvolgimento di circa 350 persone nelle attivita' del progetto, tra bambini e adulti disabili e loro famiglie, professionisti, operatori socio-sanitari, terapisti ed educatori che operano nel campo della cura della persona.

L'Italia e' rappresentata all'interno del progetto Sparks da 'Leben nuova' (www.lebensnetz.it http://www.lebensnetz.it>), con un team di 11 professionisti coordinati da Gloria Desideri, trainer e direttrice dei programmi formativi di educazione e terapia somatica in Italia secondo l'approccio del Body-Mind Centering. Dal 2006 ad oggi, 'Leben nuova' ha formato 65 educatori di orientamento Bmc. Di questi, 38 sono italiani e 27 provengono da Europa e Usa.

Partecipano al convegno oltre a Desideri, la senatrice Donatella Albano, Thomas Greil, direttore didattico di Soma; Maddalena Insogna, fisioterapista presso l'Unita' Operativa di Neuropsichiatria Infantile Asl-Vt.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
L'Italia del vino chiude 2016 con record vendite in Cina
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech