domenica 04 dicembre | 17:08
pubblicato il 21/giu/2016 19:21

Sala: mi onora succedere a Pisapia, situazione partenza positiva

"Tua figura ha segnato la storia di Milano"

Sala: mi onora succedere a Pisapia, situazione partenza positiva

Milano (askanews) - Il nuovo sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha detto di essere "onorato" di succedere a Giuliano Pisapia che in cinque anni ha dato "una spinta notevole" alla città "che è diventata più credibile in Italia e all'estero". Lo ha detto durante la breve cerimonia per il passaggio di consegne a Palazzo Marino.

L'ex commissario di Expo ha promesso che nei prossimi cinque anni "ci sarà tanta attenzione sulla città" e il suo impegno è che Milano "diventi più internazionale e anche più attenta ad aiutare chi ha meno. Mi muoverò con velocità da subito perché qui a Palazzo Marino conosco tanti, ho già preso posizione alla scrivania, il tempo è la mia ossessione".

Sala ha infine promesso "trasparenza" da parte della sua amministrazione e ha augurato "buon riposo" a Pisapia: "Sei tu padrone del tuo destino, la tua figura ha segnato la storia di Milano", ha concluso.

Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari