sabato 10 dicembre | 06:48
pubblicato il 27/feb/2016 10:44

Sacconi: un errore voto su unioni civili, potrei lasciare Ncd

"Dovevamo tenerci le mani libere"

Sacconi: un errore voto su unioni civili, potrei lasciare Ncd

Roma, 27 feb. (askanews) - Maurizio Sacconi potrebbe lasciare Ncd, il senatore critica la scelta di votare la legge sulle unioni civili, che a suo giudizio istituisce un "simil-matrimonio" e parla di un progetto di "rigenerazione del centrodestra". In una intervista alla Stampa, Sacconi spiega: "Dovevamo tenerci le mani libere per una battaglia culturale, prima ancora che politica. Si è voluto il simil-matrimonio omosessuale che porta alla famiglia artificiale attraverso la giurisprudenza ideologizzata".

L'uscita da Ncd è un'ipotesi: "Ci devo riflettere, soprattutto alla luce di ciò che è accaduto e dei futuri assetti politici. Ho ancora la speranza di ricostruire un'identità comune del centrodestra per tornare a vincere. Una grande possibilità può essere Milano, dove ci siamo ritrovati tutti sulla candidatura di Stefano Parisi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina