mercoledì 07 dicembre | 17:46
pubblicato il 01/feb/2011 10:28

Sacconi: gli ex comunisti del Pd inidonei a riforme liberali

Il ministro commenta no di Bersani a proposta accordo del premier

Sacconi: gli ex comunisti del Pd inidonei a riforme liberali

Per il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, è un esempio di inadeguatezza politica il no del Partito democratico alla proposta avanzata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dalle pagine del Corriere della Sera: quella di un accordo bipartisan per rilanciare la crescita del Paese.Al no di Bersani, il premier ha subito replicato calendarizzando per il consiglio dei ministri del quattro febbraio una riforma costituzionale sulla libertà di iniziativa economica, così come è prevista dell'articolo 41 della Carta.

Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni