martedì 28 febbraio | 15:23
pubblicato il 01/feb/2011 10:28

Sacconi: gli ex comunisti del Pd inidonei a riforme liberali

Il ministro commenta no di Bersani a proposta accordo del premier

Sacconi: gli ex comunisti del Pd inidonei a riforme liberali

Per il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, è un esempio di inadeguatezza politica il no del Partito democratico alla proposta avanzata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dalle pagine del Corriere della Sera: quella di un accordo bipartisan per rilanciare la crescita del Paese.Al no di Bersani, il premier ha subito replicato calendarizzando per il consiglio dei ministri del quattro febbraio una riforma costituzionale sulla libertà di iniziativa economica, così come è prevista dell'articolo 41 della Carta.

Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech