giovedì 23 febbraio | 15:49
pubblicato il 06/apr/2013 15:40

Rue Wiertz: Pittella, Mediterraneo unica strada per sviluppo europeo

(ASCA) - Roma, 6 apr - Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, ha convocato oggi e domani a Marsiglia il primo summit dell'Unione per il Mediterraneo dopo quello del 13 luglio del 2008, quando l'organizzazione fu istituita a Parigi con l'obiettivo di avvicinare i rapporti fra l'Ue e le nazioni che si affacciano sul mar Mediterraneo.

''L'iniziativa del presidente Schulz - commenta Gianni Pittella, Primo vicepresidente del Parlamento europeo - e' molto importante perche' apre una finestra di dialogo privilegiato tra l'Europa e i nuovi Paesi che stanno venendo fuori da questa esperienza per tanti versi contraddittoria ma anche molto importante che e' la primavera araba''.

''In questo momento - prosegue - ci sono contraddizioni e c'e' una tendenza quasi involutiva all'interno di queste nazioni. Per questo e' importante che ora l'Europa sia un interlocutore che aiuti questi governi e questi popoli ad andare avanti sulla strada della democratizzazione. Noi possiamo svolgere un ruolo fondamentale perche' abbiamo gli attrezzi. Abbiamo costruito una democrazia transnazionale nel corso di questi 60 anni e questa esperienza la possiamo mettere a disposizione di chi invece non l'ha maturata.

Dobbiamo aiutare le componenti riformatrici della societa' a scegliere la strada della democrazia, spiegare come noi abbiamo costruito l'Ue e come si puo' arrivare ad una costituzionalizzazione democratica di questi Stati. Poi dobbiamo anche pensare a progetti concreti di cooperazione culturale, economica, sociale, dobbiamo fare andare avanti l'idea dell'Erasmus euromediterraneo, dobbiamo cooperare nel settore dell'acqua, come delle energie, ci sono tanti campi nei quali possiamo anche dare vita a progetti euromediterranei che rinsaldino e rafforzino i nostri legami''.

''La cooperazione economica, oltre quella culturale, e' fondamentale - aggiunge Pittella -. Sicuramente dobbiamo rilanciare il grande obiettivo dell'area di libero scambio, che significa fare sacrifici da entrambe le parti. Noi dobbiamo rinunciare ai vantaggi che ci derivano da mercati chiusi e loro devono aprire i loro. Dobbiamo fare un passo in avanti entrambi. E poi bisogna pensare a progetti di scambio tra imprese, realizzare progetti che riguardino la formazione professionale e la ricerca, va rafforzato il partenariato tra le universita' del mediterraneo. L'Europa ha un'unica strada per sviluppare se stessa ed e' quella del Mediterraneo. E' inutile pensare ad un progetto di estensione verso est, noi abbiamo gia' fatto il massimo in quella direzione. L'area di estensione dell'Europa sia in termini di influenza politica, che in termini di rapporto economico e' il sud, e' nel Mediterraneo. Auspico che ci sia un'azione comune dell'Unione perche' uno dei grandi limiti che ha avuto l'Europa nel corso degli anni e' quello di non avere saputo e potuto parlare una voce unica nello scenario globale. In particolare nel Mediterraneo spero ci sia un'iniziativa politica che possa aiutare a risolvere la crisi siriana, perche' li' c'e' un dramma che sta durando da due anni con migliaia e migliaia di morti e bisogna assolutamente fermare questa carneficina''.

per/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
L'Italia del vino chiude 2016 con record vendite in Cina
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech