domenica 11 dicembre | 05:12
pubblicato il 25/gen/2011 17:16

Ruby/ Vescovi d'accordo con Bagnasco: C'è disagio morale paese

Cei: Chiamati tutti in causa, per primo chi ha più responsabilità

Ruby/ Vescovi d'accordo con Bagnasco: C'è disagio morale paese

Roma, 25 gen. (askanews) - I vescovi del Consiglio permanente della Cei hanno "apprezzato la pacatezza, la profondità e l'equilibrio di una lettura della realtà né reticente né aggressiva" del cardinale Angelo Bagnasco, che ieri ha aperto i lavori, "e nel contempo capace di dar conto del disagio morale che serpeggia nel nostro Paese": lo riferisce il portavoce della Conferenza episcopale italiana, monsignor Domenico Pompili, in una nota di sintesi della prima giornata dei lavori del 'parlamentino' della Cei. "Una forte 'unità di giudizio' da parte di tutti i membri del Consiglio permanente - afferma Pompili in una nota - è emersa nell'articolato dibattito di martedì 25 gennaio, a seguito della prolusione. Si è registrato in tutti gli interventi una profonda condivisione del tono e ancor prima dei contenuti dell'intervento del Presidente della Cei. I Vescovi hanno apprezzato la pacatezza, la profondità e l'equilibrio di una lettura della realtà né reticente né aggressiva, e nel contempo capace di dar conto del disagio morale che serpeggia nel nostro Paese. In particolare - è stato rilevato - la posizione espressa dal Presidente ha saputo tener conto di tutti i fattori in gioco, senza prestarsi a interpretazioni di parte e riconducendo la questione ad un livello culturale ed etico che chiama in causa la responsabilità di tutti, nessuno escluso. A cominciare ovviamente da chi ha maggiori responsabilità in vista del bene comune". "Nonostante il realismo della lettura - prosegue il portavoce della Cei - i Vescovi hanno apprezzato l'apertura al futuro che ha connotato l'intervento del Cardinal Bagnasco, soprattutto laddove egli rilancia come un'opportunità la sfida educativa, rappresentata soprattutto dal mondo dei giovani. Proprio questa dimensione va assecondata ed orientata dalla società che sempre di più dovrà essere 'comunità educante' e dalla comunità cristiana nel suo sforzo evangelizzatore, per tenere sotto controllo quel cinismo e quel disincanto che sempre più si fanno strada nelle pieghe della nostra cultura".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina