lunedì 27 febbraio | 10:50
pubblicato il 13/feb/2011 05:15

Ruby/ Le donne oggi in piazza contro il modello 'bunga bunga'

Oltre 100 gli appuntamenti, a Roma c'è Susanna Camusso

Ruby/ Le donne oggi in piazza contro il modello 'bunga bunga'

Roma, 13 feb. (askanews) - Dopo le pentole del Popolo viola, oggi contro Silvio Berlusconi, presunto protagonista dei festini hard di Arcore dei quali si occupa la magistratura milanese nell'inchiesta sul caso Ruby, scendono in piazza le donne, con una mobilitazione a difesa della "loro, della nostra dignità", come si legge nell'appello intitolato 'Se non ora, quando?', lanciato tra le altre da Francesca Comencini, Lunetta Savino, Gae Aulenti e un gran numero di personalità dello spettacolo, della cultura, della politica. Sono più di cento gli appuntamenti organizzati in tutta Italia, ma anche in qualche città straniera, come ormai è d'obbligo nell'era di Internet: da Bruxelles a Tokio, a Washington. A Milano ci saranno Antonio Di Pietro e Nichi Vendola, ma l'appuntamento clou è quello previsto a Roma, in piazza del Popolo alle 14, dove ci saranno politici di destra e di sinistra (da Fli a Pd, Idv, Sel, Fds, ma l'Udc diserta: "Non è la piazza - scrivono le donne centriste - il luogo più adatto per rilanciare la dignità della donna") e il segretario generale della Cgil Susanna Camusso, forse la donna che forse oggi simboleggia in modo più vistoso un protagonismo femminile alternativo al modello televisivo deprecato dalle promotrici. La rappresentazione della donna offerta da giornali, televisione e pubblicità, si legge nell'appello che ha promosso l'iniziativa, cancella la "ricca e varia esperienza di vita" delle donne nella società, nella politica, nell'economia, nella famiglia; e "il modello di relazione tra donne e uomini, ostentato da una delle massime cariche dello Stato, incide profondamente negli stili di vita e nella cultura nazionale, legittimando comportamenti lesivi della dignità delle donne e delle istituzioni". Insomma, i presunti festini 'bunga bunga' a luci rosse celebrati in casa di Silvio Berlusconi sono una minaccia per le donne e per la Repubblica. E oggi le donne lo diranno in piazza e in tv, perché la mobilitazione sarà al centro della puntata di 'In 1/2 ora' su Rai tre e verrà seguita da Repubblica tv, sul web e il digitale terrestre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech