martedì 06 dicembre | 15:13
pubblicato il 13/feb/2011 05:15

Ruby/ Le donne oggi in piazza contro il modello 'bunga bunga'

Oltre 100 gli appuntamenti, a Roma c'è Susanna Camusso

Ruby/ Le donne oggi in piazza contro il modello 'bunga bunga'

Roma, 13 feb. (askanews) - Dopo le pentole del Popolo viola, oggi contro Silvio Berlusconi, presunto protagonista dei festini hard di Arcore dei quali si occupa la magistratura milanese nell'inchiesta sul caso Ruby, scendono in piazza le donne, con una mobilitazione a difesa della "loro, della nostra dignità", come si legge nell'appello intitolato 'Se non ora, quando?', lanciato tra le altre da Francesca Comencini, Lunetta Savino, Gae Aulenti e un gran numero di personalità dello spettacolo, della cultura, della politica. Sono più di cento gli appuntamenti organizzati in tutta Italia, ma anche in qualche città straniera, come ormai è d'obbligo nell'era di Internet: da Bruxelles a Tokio, a Washington. A Milano ci saranno Antonio Di Pietro e Nichi Vendola, ma l'appuntamento clou è quello previsto a Roma, in piazza del Popolo alle 14, dove ci saranno politici di destra e di sinistra (da Fli a Pd, Idv, Sel, Fds, ma l'Udc diserta: "Non è la piazza - scrivono le donne centriste - il luogo più adatto per rilanciare la dignità della donna") e il segretario generale della Cgil Susanna Camusso, forse la donna che forse oggi simboleggia in modo più vistoso un protagonismo femminile alternativo al modello televisivo deprecato dalle promotrici. La rappresentazione della donna offerta da giornali, televisione e pubblicità, si legge nell'appello che ha promosso l'iniziativa, cancella la "ricca e varia esperienza di vita" delle donne nella società, nella politica, nell'economia, nella famiglia; e "il modello di relazione tra donne e uomini, ostentato da una delle massime cariche dello Stato, incide profondamente negli stili di vita e nella cultura nazionale, legittimando comportamenti lesivi della dignità delle donne e delle istituzioni". Insomma, i presunti festini 'bunga bunga' a luci rosse celebrati in casa di Silvio Berlusconi sono una minaccia per le donne e per la Repubblica. E oggi le donne lo diranno in piazza e in tv, perché la mobilitazione sarà al centro della puntata di 'In 1/2 ora' su Rai tre e verrà seguita da Repubblica tv, sul web e il digitale terrestre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Cina: vino batte riso per prima volta nella storia
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni