venerdì 24 febbraio | 03:04
pubblicato il 26/gen/2011 15:40

Ruby/ In Giunta Camera altre 227 pagine,aggiornata domani alle 10

Castagnetti: Domani si può chiudere. Pdl contro comunicato Fini

Ruby/ In Giunta Camera altre 227 pagine,aggiornata domani alle 10

Roma, 26 gen. (askanews) - Nuove carte, nuovo rinvio. E' stata riconvocata per domani alle 10 la Giunta per le Autorizzazioni di Montecitorio che sta esaminando la domanda di via libera alle perquisizioni domiciliari nei confronti di Silvio Berlusconi: dopo l'arrivo di altre 227 pagine di documentazione dalla Procura di Milano che sta indagando sul caso Ruby, il presidente Pierluigi Castagnetti ha ritenuto di dare ai componenti della Giunta tempo per esaminare le nuove carte. "Penso che comunque riusciremo a chiudere domani - ha spiegato - ho dato tempo fino alla mezzanotte di oggi per consultare gli atti arrivati oggi". La consultazione, assicura il presidente della Giunta, avverrà nella massima riservatezza: verrà fatta una copia per gruppo della documentazione della Procura e ogni membro potrà prenderne visione nella Giunta stessa alla presenza di un funzionario senza la possibilità di duplicarla. Secondo quanto riferito dall'Udc Pierluigi Mantini, nelle nuove carte ci sarebbero i risultati delle perquisizioni effettuate nelle ultime settimane negli appartamenti dell'Olgettina dove vivevano le ragazze coinvolte nell'inchiesta, "Nicole Minetti e altre". Per il Pdl si tratta di "materiale indifferente", spiega Maurizio Paniz: "Non sposta di nulla le nostre considerazioni. Il Pdl non si sottrae a un esame sereno della domanda di autorizzazione, non c'è nulla da nascondere". Tuttavia lo stesso Paniz durante la seduta di oggi ha protestato per la diffusione della notizia, tramite un comunicato stampa della presidenza della Camera, dell'arrivo di nuove carte dalla Procura prima ancora che del plico fossero messi al corrente i componenti della Giunta: "Non voglio accusare nessuno, né sollevare uno scontro istituzionale" ma "constato un dato di fatto: non penso sia corretto che venga prima informata l'opinione pubblica e poi la Giunta. E' una questione di rispetto nei confronti dei componenti della Giunta". Il relatore del caso Antonio Leone fa sapere che darà "un'occhiata veloce" alle nuove carte ma parla già di "un colpo di scena a metà" visto che comunque la posizione della maggioranza per il no all'autorizzazione non cambia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech