domenica 26 febbraio | 04:31
pubblicato il 12/feb/2011 12:58

Ruby/ Il direttore di Avvenire: Se fossi donna sarei in piazza

Da credente.Per ribellione a escortismo.Per dignità e senso etico

Ruby/ Il direttore di Avvenire: Se fossi donna sarei in piazza

Roma, 12 feb. (askanews) - "Ebbene si, se io fossi una donna domenica sarei in piazza. Non per politichetta, ma per amore. E per ribellione del cuore e della mente, da credente e da persona libera. Ci sarei per dignità e senso morale". Dal diretttore di 'Avvenire' Marco Tarquinio arriva un' 'adesione a distanza' alla giornata nazionale di mobilitazione delle donne italiane a seguito del caso Rubuy, 'Se non ora quando', in programma domani in diverse piazze italiane e straniere. "Certo non ci andrei - ha scritto Tarquinio nel suo editoriale odierno dal titolo 'Ragioni che premono' - per lamentare che 'è mancato il passaggio del testimone' tra le giovani e giovanissime di oggi e le femministe d'antan, come più di qualcuna tra le promotrici ha detto. Ci sarei per dire che non m'interessa un passaggio del testimone, ma ascoltare testimonianze di verità su ciò che è accaduto nel mondo delle donne italiane negli ultimi quarant'anni" . "Se fossi una donna domenica sarei in quella piazza -ha sottolineato ancora fra l'altro il direttore del quotidinao della Cei- per ribellarmi non solo e non tanto al reato ancora da provare in giudizio di un uomo potente e, come lui stesso dice di sè 'qualche volta peccatore', ma alla reclame dell'escortismo che è certa ed è provata e che sta appestando i giornali e ci appesta la vita". "Ci sarei - ha proseguito il direttore di Avvenire- con la speranza di ascoltare voci chiare e consapevoli e accenti nuovi e autocritici su una battaglia per la parita' uomo-donna che ha dato frutti importanti e dolci, ma anche agri. E che, soprattutto, per vederlo basta avere gli occhi ha paradossalmente prodotto e radicato nella testa di tanta gente d'Italia anche una vasta, sventata e triste 'pari opportunità' dell'involgarimento, della libertà declinata sino allo sciupio di se'. Il peggio dei sogni al maschile trasformato in realtà". "Potrei chiamarla -ha affermato ancora- una 'gratuita perdita di senso e una logica dei sensi a pagamento', anche se temo di sembrare un disco incantato. L'abbiamo scritto cosi' tante volte su queste pagine che ne ho perso il conto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech