mercoledì 22 febbraio | 05:34
pubblicato il 13/feb/2011 16:59

Ruby/ Chiusa manifestazione Roma, piazza Popolo ancora gremita

Musica dal palco, sono in pochi sfollano

Ruby/ Chiusa manifestazione Roma, piazza Popolo ancora gremita

Roma, 13 feb. (askanews) - Si è conclusa la manifestazione a piazza del Popolo, evento principale delle oltre 200 iniziative "Per la dignità delle donne" proposte dal comitato 'Se non ora quando?' in tutta Italia e all'estero, ma la piazza resta gremita. Sono decine di migliaia i manifestanti assiepati, oltre che in piazza del Popolo, anche sulla salita che porta al Pincio e sulla terrazza panoramica sovrastante. La musica diffusa a tutto volume dal palco ha convinto buona parte dei manifestanti a trattenersi in piazza per balli e canti, mentre i primi gruppi cominciano a lasciare il luogo della manifestazione. Francesca Izzo, docente universitaria, che ha svolto l'intervento conclusivo, ha lanciato, a nome del comitato promotore, un avvertimento sul protagonismo delle donne rispetto alla politica: "Niente sarà come prima se saremo assieme. E noi saremo assieme".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia