lunedì 27 febbraio | 03:37
pubblicato il 04/mar/2013 12:00

Ruby/ Berlusconi: Requisitoria fantasiosa, pm parla forse di sè

L'ex Premier: Mai pagato per fare sesso, sempre aiutato tutti

Ruby/ Berlusconi: Requisitoria fantasiosa, pm parla forse di sè

Roma, 4 mar. (askanews) - "Ho letto un po' stupito e un po' divertito i resoconti della requisitoria del Pubblico Ministero, titolare certo di una fantasia - come dire - 'fantasiosa' nella ricostruzione delle famigerate cene a casa mia. Per quanto mi riguarda, ho avuto la duplice fortuna (e forse il merito) di non aver mai dovuto remunerare una signorina o una signora per avere rapporti intimi e sono sempre stato in grado di dare una risposta positiva a chi mi si rivolgesse chiedendomi un aiuto. Il Pubblico Ministero, probabilmente, non ha avuto nessuna di queste due 'fortune' e si regola come se io fossi lui. Evviva!". Lo ha affermato in una dichiarazione l'ex Premier Silvio Berlusconi, leader del Pdl, commentando la requisitoria del pm al processo Ruby di Milano a suo carico.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech