lunedì 05 dicembre | 00:18
pubblicato il 25/gen/2011 20:45

Ruby/ Berlusconi contro Lerner, l'opposizione insorge: è troppo

Zanicchi: Il Premier un benefattore a cui piace la carne fresca

Ruby/ Berlusconi contro Lerner, l'opposizione insorge: è troppo

Roma, 25 gen. (askanews) - La sfogo telefonico di Silvio Berlusconi durante la trasmissione di Gad Lerner aizza l'opposizione, Pd, Idv e Udc polemizzano con il premier e parlano di "limiti superati". Le telefonate in diretta del presidente del Consiglio alle trasmissioni 'ostili' sono ormai proverbiali, ma questa volta il tono di Berlusconi è stato particolarmente duro: l'Infedele è stata definita, "postribolo televisivo", le ospiti in studio "cosiddette signore", la conduzione di Gad Lerner "spregevole, turpe e ripugnante". Parole inaccettabili per i partiti di opposizione: una "gravissima aggressione verbale", per la presidente del Pd Rosy Bindi; frasi che dimostrano il superamento del "senso del limite", secondo Giuseppe Fioroni, mentre Per Antonio Di Pietro "ogni giorno che passa Berlusconi riesce a peggiorare. Fino ad arrivare al sarcasmo pesante del capogruppo di Idv alla Camera Massimo Donadi: "Berlusconi va compreso stavolta. La sua reazione scomposta è stata determinata dal mancato invito. Se, infatti, ritiene quel programma un 'postribolo' è chiaro che avrebbe tanto voluto esserci". E le opposizioni non si limitano ai comunicati stampa: Vincenzo Vita (Pd) e Giuseppe Giulietti (Gruppo Misto) hanno presentato anche un esposto all'Agcom, chiedendo un intervento dell'Autorità. La vicepresidente del Senato Emma Bonino, poi, oltre chiedere "in quale paese del mondo civile un Presidente del Consiglio telefona in diretta, a mezzanotte inoltrata per gridare sguaiatamente", si complimenta con Iva Zanicchi che è rimasta in studio nonostante fosse stata invitata da Berlusconi ad alzarsi ed andarsene. A prendere le difese del premier la stessa Zanicchi e Stefania Prestigiacomo: "Non ho obbedito al mio presidente perché nel mio piccolo ho cercato di controbattere a quelle mostruosità che venivano dette. In quel caso lì avrei disubbidito anche a mia madre: dovevo rimanere lì per difendere il signor Presidente da accuse ignobili". Certo, la difesa della Zanicchi non è proprio protocollare: "Per me Berlusconi è un benefattore a cui piace la carne fresca e giovane". Quindi la Prestigiacomo: "Il presidente ha fatto bene perché quella trasmissione era veramente condotta con una tesi precostituita. Io ne ho visto un pezzettino ed ero profondamente indignata".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari