sabato 03 dicembre | 15:07
pubblicato il 18/mar/2011 05:10

Ruby/ Berlusconi: Chiamano prostitute ragazze perbene

Trentatre ragazze? Sarebbe da essere orgogliosi, ma non è vero

Ruby/ Berlusconi: Chiamano prostitute ragazze perbene

Roma, 18 mar. (askanews) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è tornato a lamentarsi dei processi in corso a Milano, in particolare di quello relativo al caso Ruby, durante una serie di colloqui avuti alla Camera. Il premier si sarebbe detto "amareggiato" in particolare perché "chiamano prostitute delle persone che hanno la sola colpa di essere venute a cena a casa mia e invece sono persone perbene". Il premier avrebbe anche ironizzato sulla vicenda delle trentatre donne con cui avrebbe trascorso le serate: "Sarebbe una cosa di cui essere quasi orgoglioso, ma non è vera".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari