lunedì 20 febbraio | 17:26
pubblicato il 15/feb/2011 11:45

Ruby/ Berlusconi a giudizio anche per la telefonata in Questura

Per chiedere la "liberazione" di Ruby

Ruby/ Berlusconi a giudizio anche per la telefonata in Questura

Milano, 15 feb. (askanews) - Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio per concussione e prostituzione minorile. L'accusa di concussione si riferisce all'ormai famosa telefonata in Questura la notte del 27 e il 28 maggio scorso quando il presidente del Consiglio chiese al funzionario Piero Ostuni, facendo pressioni, di lasciare andare l'allora minorenne marocchina Ruby che era stata fermata per un furto. Berlusconi con quella telefonata avrebbe abusato della sua qualità di presidente del Consiglio dei ministri e non delle sue funzioni. Per questo secondo la tesi della Procura di Milano, accolta dal Gip, la competenza a indagare è della stessa Procura e non del Tribunale dei ministri, come sostenuto dai difensori del premier. L'accusa di prostituzione minorile è riferita ai presunti rapporti sessuali con compensi in danaro che Berlusconi che avrebbe avuto con l'allora minorenne marocchina Ruby.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia