mercoledì 07 dicembre | 12:39
pubblicato il 06/apr/2011 17:55

Ruby/ Avvocati premier: Dalla Procura di Milano atto illegittimo

Meglio che un'altra Procura indaghi su diffusione telefonate

Ruby/ Avvocati premier: Dalla Procura di Milano atto illegittimo

Roma, 6 apr. (askanews) - "La nota della Procura di Milano in merito alla pubblicazione di alcune intercettazioni telefoniche riguardanti il presidente Berlusconi desta assoluto stupore". Lo dichiarano in una nota gli avvocati del presidente del Consiglio, Piero Longo e Niccolò Ghedini, definendo "atti illegittimi e irrilevanti processualmente ma di esclusivo interesse mediatico" la trascrizione di tre telefonate del premier poi finite sui giornali. "Per evitare ulteriori polemiche - sottolineano - la difesa del Presidente Berlusconi aveva evitato qualsiasi commento sul punto, riservandosi di intervenire nelle sedi proprie ovvero a dibattimento, ma a seguito di ciò corre l'obbligo di precisare che: le intercettazioni erano in possesso non solo della difesa, ma principalmente della stessa Procura della Repubblica di Milano. Anziché occupare il tempo con comunicati stampa, indaghi la Procura di Milano o, forse meglio sarebbe lo facesse altra procura, per verificare chi ha consegnato ai giornali quelle intercettazioni. Certamente non la difesa del Presidente Berlusconi. Nessun interesse vi era ovviamente da parte della difesa alla propalazione di tali intercettazioni, sulla cui illegittimità avrebbe potuto e dovuto interloquire in sede dibattimentale senza dover fornire anticipatamente alcuna indicazione in merito". Ghedini e Longo precisano inoltre che "le intercettazioni in oggetto, così come i tabulati, non dovevano assolutamente essere inserite negli atti, né potevano essere trascritte trattandosi con ogni evidenza di illegittime intercettazioni indirette così come definite dalla Corte Costituzionale. Che tali intercettazioni fossero state poste alla base di richieste di proroga è ancor più grave. Ciò comunque non ha alcun rilievo in ordine alle asserite ragioni del deposito alla difesa tenendo presente che la Procura ha coperto con omissis moltissimi atti che ancora oggi si rifiuta di consegnare. assai peculiare che ci si ricordi dei diritti della difesa soltanto per depositare atti illegittimi ed irrilevanti processualmente ma di esclusivo interesse mediatico. Comunque anche questa è una delle tante gravi anomalie che connotano questo processo basato sul nulla e che mai avrebbe avuto seguito se non si trattasse del Presidente Berlusconi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Klm prepara nuova destinazione a Cartagena in Colombia
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni