domenica 22 gennaio | 03:43
pubblicato il 09/apr/2013 14:12

Roma/comunali: Ass. 21 luglio diffida De Vito (M5S) per frasi su rom

(ASCA) - Roma, 9 apr - In una lettera di diffida inviata a Marcello De Vito, candidato sindaco di Roma per il Movimento 5 Stelle, l'Associazione 21 luglio lo ha invitato a desistere dal rilasciare dichiarazioni passibili di fornire una visione distorta della comunita' rom e di alimentare sentimenti suscettibili d'incitare alla discriminazione, all'odio e all'intolleranza. L'Associazione ha inoltre invitato il candidato sindaco a rimuovere l'immagine e le dichiarazioni che alimentano sentimenti anti-rom.

Come spiega l'Associazione, ''proprio l'8 aprile 2013, quando la comunita' internazionale celebra la Giornata Internazionale dei rom e dei sinti, sono apparse sulla pagina facebook di Marcello De Vito alcune dichiarazioni nelle quali il candidato sindaco di Roma sostiene: 'In genere, quando si parla di primarie del Pd si fa riferimento ai 2 euro che ogni sostenitore 'investe' per esprimere il suo voto e che tendono a diventare un tesoretto del quale nel giro di poco si perde ogni traccia. In queste primarie romane c'e' una novita', pero': alcune persone sono state pagate ben 10 euro per esprimere il loro voto'''. Si tratta di espressioni, spiega l'assocazione, ''accompagnate da un volantino del Movimento 5 Stelle raffigurante da una parte, una donna probabilmente rom intenta a imbucare nell'urna una scheda di voto per le primarie del Pd e dall'altra, un gruppo di persone appartenenti probabilmente alla stessa comunita' in fila presso un gazebo dello stesso partito con la didascalia '10 euro ai Rom per votare alle primarie'''. Infine l'associazione cita frase dell'esponente M5S: '''Il 23 marzo il Pdl paga 10 euro e il pranzo a chi sostiene Berlusconi in piazza del Popolo. Il 7 aprile il Pd paga 10 euro tutti i Rom che lo votano per le primarie. Siamo primo partito in Italia senza comprare nessuno'''.

''Tali dichiarazioni - si legge nella diffida inviata dall'Associazione 21 luglio - hanno un impatto fortemente negativo e penalizzante anche perche' viene affermato senza dati e prove oggettive, che le comunita' rom si sono recate al voto delle primarie dietro corrispettivo di una somma di denaro. Esse, per come formulate, possono esser suscettibili di diffondere nell'immaginario collettivo una visione delle comunita' rom presenti sul territorio distorta e marcata da stereotipi e pregiudizi''.

Secondo l'Associazione 21 luglio sarebbe ''opportuno che i diversi soggetti candidati a governare la citta' di Roma si soffermassero maggiormente sui programmi e sui contenuti piuttosto che, come gia' fatto nel passato, decidere di strappare il consenso attraverso la diffusione di immagini, affermazioni e dichiarazioni che offendono la dignita' umana e alimentano la xenofobia e l'antigitanismo''. bet/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4