domenica 04 dicembre | 00:56
pubblicato il 07/giu/2013 11:52

Roma/Comunali: Alemanno, cosa non rifarei? Il pranzo con la Lega Nord

(ASCA) - Roma, 7 giu - Cosa non rifarei? ''Il pranzo organizzato, su suggerimento del ministro Tremonti, con l'allora ministro Bossi per cercare di smussare i contrasti con la Lega Nord. Un pranzo che non ha avuto un buon esito e soprattutto non e' servito a risolvere questo problema''.

Cosi' il sindaco uscente di Roma, Gianni Alemanno, ospite del Tgr Lazio alla registrazione della tribuna elettorale per le comunali di Roma. ''Anche dopo quel pranzo abbiamo subito attacchi durissimi dalla Lega e li abbiamo vinti tutti, siamo riusciti a portare l'hub di Alitalia da Malpensa a Fiumicino, ed e' un grande risultato della nostra amministrazione, abbiamo evitato il casello per pagare il pedaggio sul Raccordo Anulare, lo volevano mettere e noi lo abbiamo impedito. Siamo riusciti a sconfiggere l'idea dei ministeri al Nord anche grazie all'intervento del Presidente Giorgio Napolitano. Abbiamo vinto tutte le battaglie, ecco perche' non rifarei quel pranzo che non e' servito a nulla''.

bet/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari