giovedì 19 gennaio | 12:59
pubblicato il 03/apr/2013 16:21

Roma capitale: Senato approva modifiche dl. Ora riforma piu' ampia

Roma capitale: Senato approva modifiche dl. Ora riforma piu' ampia

+++Astorre (Pd), si proceda ora con le citta' metropolitane+++.

.

(ASCA) - Roma, 3 apr - L'assemblea del Senato ha approvato con 193 voti a favore, 12 contrari (Lega Nord) e 46 astenuti (Movimento 5 stelle) la risoluzione unitaria Pd-Sel-Pdl-Sc sul decreto legislativo che corregge e integra il decreto su Roma capiale dello scorso 18 aprile 2012.

''Fa piacere che questo provvedimento riguardante Roma abbia trovato in Senato un'ampia condivisione - dichiara il senatore Pd, Raffaele Ranucci -. Rafforzare Roma nel suo stato istituzionale significa rafforzare l'intero Paese poiche', considerando solo il flusso continuo di visitatori italiani e stranieri, Roma costituisce una grande risosrse economica e imprenditoriale indispensabile per la nostra ripresa''.

''Una delle principali problematiche sollevate dal decreto legislativo 18 aprile 2012, n. 61, che si e' rivelato assolutamente inadeguato, riguarda il conflitto tra la Regione Lazio e il Comune di Roma, in particolare nel settore del trasporto pubblico locale'' sottolinea dal canto suo il senatore Pd, Bruno Astorre. ''L'approvazione della risoluzione - precisa - corregge infatti un testo pasticciato che, soprattutto in tema di trasporto pubblico locale, ha favorito i ricorsi alla Corte Costituzionale. Finalmente il provvedimento prevede un'intesa tra Comune e Regione, stabilendo un principio necessario di leale collaborazione tra le varie istituzioni''.

''L'altro aspetto che viene rimarcato nella proposta di risoluzione che ha visto oggi un ampio consenso in Aula a Palazzo Madama - aggiunge Astorre - riguarda la Citta' metropolitana. Il 2014 dovrebbe essere l'anno di avvio della Citta' metropolitana, un'area vasta di 4 milioni di abitanti, che ha bisogno di un governo per affrontare le problematiche piu' urgenti, dalla sanita' ai trasporti, alle infrastrutture. Si pensi al porto di Roma che si trova a Civitavecchia, agli aeroporti a Fiumicino e Ciampino. Credo che una sinergia, e quindi un governo dei processi di area vasta, sia indispensabile, anche e soprattutto alla luce della ormai indifferibile soppressione delle Province''. ''E non e' piu' rinviabile un governo che salvaguardi la specificita' di Roma, capitale d'Italia e capitale mondiale della cristianita'. L'impegno rivolto al Governo e anche naturalmente ai colleghi parlamentari e' pertanto - ha concluso Astorre - quello di riuscire a procedere in maniera spedita su questo cammino e realizzare le Citta' metropolitane, previste nella Costituzione''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio, Vega si prepara al primo lancio dell'anno con Sentinel-2B
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina