giovedì 19 gennaio | 03:47
pubblicato il 12/ott/2013 12:00

Rodotà-Landini in piazza per Costituzione: "Non siamo partitino"

Il giurista attacca Letta: "Su riforme fa terrorismo psicologico"

Rodotà-Landini in piazza per Costituzione: "Non siamo partitino"

Roma, 12 ott. (askanews) - Non un "partitino", ma una "coalizione dei vincenti". E' questo il senso, secondo Stefano Rodotà, della manifestazione "Costituzione. La via maestra", che oggi ha portato in piazza decine di migliaia di persone (molte bandiere rosse della cosiddetta sinistra radicale con i dirigenti superstiti da Ferrero a Ingroia, qualche esponente del Pd come Civati, Puppato, Vita, Cofferati ma non il candidato segretario Gianni Cuperlo, parlamentari 5 stelle come il brianzolo Tripiedi, ma anche tante famiglie e non poche strutture della Cgil, dalla Fiom alla Flc) che si oppongono alle procedure straordinarie per la revisione costituzionale adottate dal Governo e dalla maggioranza delle larghe intese. Il giurista, assieme ai colleghi costituzionalisti Lorenza Carlassare e Gustavo Zagrebelsky, al fondatore di Libera don Luigi Ciotti e al segretario della Fiom Cgil Maurizio Landini, aveva lanciato quest'estate un appello a difesa della Carta e, forte del successo della giornata, ha lanciato dal palco di piazza del Popolo una veemente offensiva contro il Governo Letta e chi aveva cercato di etichettare l'iniziativa appunto come il tentativo di aggregare un nuovo soggetto politico di sinistra. "Vorrei che il presidente del Consiglio usasse parole di verità - ha detto - ma usa una sottile forma a metà fra la denigrazione e il terrorismo psicologico. Dice che vuole ridurre il numero dei parlamentari e sciogliere il nodo del bicameralismo perfetto. E quindi chi è critico non vuole una Costituzione al passo coi tempi. E' un grande imbroglio, su queste cose c'è ampio consenso e potevano essere a buon punto in Parlamento. Invece c'è dietro l'intenzione di una curvatura tendenzialmente autoritaria del sistema", ha aggiunto facendo riferimento all'impianto presidenzialista della riforma che si prepara. Chi parla di "partitino" a proposito della manifestazione di oggi a Roma dice "grandi sciocchezze o è in malafede. La nostra è la coalizione dei vincenti", ha aggiunto, a proposito della battaglie vinte con lo strumento della Costituzione dalla Fiom contro la Fiat e dai comitati per l'acqua pubblica con i referendum e il ricorso vinto di fornte alla Consulta. L'appello all'applicazione della Costituzione è stato rilanciato anche da Landini, secondo il quale il tema da affrontarte è "la finanziarizzazione dell'economia" e il rilancio, nello spirito della Carta, "del ruolo dello Stato nel creare lavoro e del ruolo sociale dell'impresa". "La Costituzione è quella cosa che un popolo scrive quando è sobrio e gli serve quando è ubriaco", ha detto Zagrebelsky, che ha lanciato un avvertimento alla politica: "Non finiremo spiaggiati". L'impegno dei partecipanti è a continuare la mobilitazione, "non si possono ignorare le 500mila firme raccolte dal Fatto a difesa della Carta", ha ammonito Rodotà. Una mobilitazione che nelle intenzioni dovrebbe premere soprattutto sul Pd impegnato nella sua difficile fase congressuale: "I dirigenti non ci sono ma il popolo sì", ha commentato Sergio Cofferati. Un ostacolo in più sulla via delle riforme che dovrebbero fare da collante alla maggioranza parlamentare che sostiene le larghe intese.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina