mercoledì 07 dicembre | 16:03
pubblicato il 26/feb/2014 18:03

Ritirato il decreto salva Roma: Marino minaccia le dimissioni

Vittoria dell'ostruzionismo delle opposizioni. Forse un nuovo dl

Ritirato il decreto salva Roma: Marino minaccia le dimissioni

Roma (askanews) - Sarà forse un nuovo decreto salva Roma a salvare, appunto, Roma e anche forse la poltrona del primo cittadino della capitale, che ha minacciato le dimissioni. Il Governo ha infatti rinunciato all'apposito testo che doveva essere votato fra oggi e domani, a causa dell'ostruzionismo delle opposizioni. Ma promette che presto arriverà un nuovo testo in grado di essere approvato in tempo con la scadenza del 28 febbraio. Ignazio Marino è stato convocato a palazzo Chigi per capire tempi e modi per intervenire sul dissestato bilancio della Capitale. "Nella riunione - ha detto il sindaco di Roma - ho illustrato la situazione: tutti sanno che ho ereditato un buco di 816 milioni di euro. Non ho davvero nessun interesse in questo momento a mettere la mia faccia di fronte a un disastro annunciato".

Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni