sabato 10 dicembre | 04:23
pubblicato il 11/giu/2014 18:31

Rinnovabili: Piso(Ncd), consumatori non paghino per instabilita' sistema

(ASCA) - Roma, 11 giu 2014 - ''Con la sentenza del Consiglio di Stato sul capacity payment si afferma una linea fondamentale: i costi dell'instabilita' del sistema non devono essere pagati dai consumatori. E' giusto che ricadano su chi, invece, la crea''. A dirlo e' Vincenzo Piso, deputato del Nuovo Centrodestra e membro dell'Ufficio di Presidenza del Gruppo.

Piso ricorda che ''gia' nel 2012, Confindustria espresse forte preoccupazione per la misura introdotta, che avrebbe potuto innalzare ulteriormente il costo della bolletta energetica italiana. E' il caso di alleggerire gli italiani in questo momento di forte contrazione dei consumi''.

E conclude: ''Nel nostro Paese esiste una sovracapacita' ormai strutturale di produzione elettrica di oltre il 30%. Il vero problema che deve affrontare il Governo e' trovare opportuni meccanismi di gestione del bilanciamento e riserva di energia coerenti con il finanziamento del mercato e investire negli accumuli''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina