mercoledì 18 gennaio | 15:31
pubblicato il 11/giu/2014 18:31

Rinnovabili: Piso(Ncd), consumatori non paghino per instabilita' sistema

(ASCA) - Roma, 11 giu 2014 - ''Con la sentenza del Consiglio di Stato sul capacity payment si afferma una linea fondamentale: i costi dell'instabilita' del sistema non devono essere pagati dai consumatori. E' giusto che ricadano su chi, invece, la crea''. A dirlo e' Vincenzo Piso, deputato del Nuovo Centrodestra e membro dell'Ufficio di Presidenza del Gruppo.

Piso ricorda che ''gia' nel 2012, Confindustria espresse forte preoccupazione per la misura introdotta, che avrebbe potuto innalzare ulteriormente il costo della bolletta energetica italiana. E' il caso di alleggerire gli italiani in questo momento di forte contrazione dei consumi''.

E conclude: ''Nel nostro Paese esiste una sovracapacita' ormai strutturale di produzione elettrica di oltre il 30%. Il vero problema che deve affrontare il Governo e' trovare opportuni meccanismi di gestione del bilanciamento e riserva di energia coerenti con il finanziamento del mercato e investire negli accumuli''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa