domenica 22 gennaio | 13:30
pubblicato il 19/giu/2014 15:22

Rifugiati: Santerini (PI), rafforzare politica accoglienza

(ASCA) - Roma, 19 giu 2014 - ''L'aumento degli sbarchi in Sicilia e altre localita' italiane, 50mila persone nel 2014, va inquadrato nell'emergenza umanitaria costituita dalla guerra in Siria e dall'instabilita' in altri paesi come Libia, Eritrea, Sud Sudan. Ormai piu' della meta' delle persone che arrivano in Italia sono richiedenti asilo, che proseguono per il nord Europa. E' necessaria una politica coerente di rafforzamento dell'accoglienza e distribuzione dei profughi nelle varie regioni Italiane, solo nella citta' di Milano ad esempio sono stati accolti in pochi mesi migliaia di profughi che intendono proseguire verso altri stati''. Lo ha affermato la deputata dei Popolari per l'Italia Milena Santerini, durante la conferenza stampa alla Camera in occasione della Giornata mondiale del rifugiato alla quale hanno partecipato i deputati Gea Schiro' (Pi), Michele Nicoletti (Pd), Adele Gambaro e Luisa Alberto Orellana (gruppo Misto - Senato), annunciando l'inaugurazione il prossimo 24 giugno, nella sede del Consiglio europeo a Strasburgo, di una mostra sul tema degli sbarchi in Sicilia con materiali provenienti dal Museo del Mare di Genova, foto, video e oggetti sulle vittime e sulle operazioni di salvataggio. ''In occasione del semestre europeo a guida italiana, il Governo - ha sottolineato Santerini - dovra' proporre e sostenere una coerente politica europea sull'immigrazione nel Mediterraneo, anche proponendo di rivedere gli accordi di Dublino 3 e chiamando gli altri stati membri ad una forte cooperazione. Le operazioni di salvataggio di Mare Nostrum non sono in discussione perche' salvano vite umane, ma le politiche europee complessive vanno ripensate coerentemente, a partire dalle ingenti spese per Frontex - 90 milioni di budget - che vanno razionalizzate; va ricordato altresi' che gli altri paesi europei accolgono alti numeri di richiedenti asilo, in Germania le domande sono state 126mila solo nel 2013. Al Consiglio d'Europa nella sessione di giugno a Strasburgo si discuteranno questi temi nell'ambito della mozione presentata dal relatore Chope sugli sbarchi nel Mediterraneo. La delegazione italiana ha presentato vari emendamenti del testo, chiedendo soprattutto l'organizzazione di centri europei per richiedenti asilo gia' nei paesi di transito per evitare i viaggi della morte''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4