giovedì 08 dicembre | 19:51
pubblicato il 24/giu/2014 10:44

Riforme: Zanda (Pd), su immunita' parlamentari decida Consulta

Riforme: Zanda (Pd), su immunita' parlamentari decida Consulta

(ASCA) - Roma, 24 giu 2014 - ''Bisogna assolutamente evitare che una discussione sull'ipotesi immunita' per i membri del nuovo Senato faccia rallentare la riforma''. Cosi' Luigi Zanda, capogruppo del Pd a Palazzo Madama, in un'intervista rilasciata oggi a Il Sole 24 Ore.

Zanda spiega che quella sull'immunita' ''non e' certamente la norma principale della riforma. D'altra parte forme di immunita' sono presenti in quasi tutti gli ordinamenti democratici, anche per Camere elette con sistema di secondo livello: e' cosi' in Francia, Belgio e Spagna. Io sono favorevole alla soluzione che demanda la decisione alla Consulta sia sull'immunita' sia sui titoli di accesso al Parlamento. Lo scandalo non e' l'immunita' dei parlamentari, quello che e' scandaloso e' l'uso che il Parlamento ne ha fatto in molte circostanze. Capisco che una soluzione del genere appesantirebbe il lavoro dei giudici costituzionali, ma ne guadagnerebbe molto la democrazia parlamentare''. Il presidente dei democratici al Senato spiega poi che sulla riforma del Senato ''la discussione e il dibattito ci sono stati, lunghi e approfonditi. Il Parlamento deve prendersi le sue responsabilita'. Il Parlamento non vive in una bolla, deve tener conto che i tempi legati ai bisogni del Paese sono scaduti da molti anni''. Sulla sostituzione di Corradino Mineo in Commissione I spiega: ''Premetto che io sono andato in prima commissione al posto di Minniti, Mineo era supplente di Minniti. Era assolutamente necessario, vista la delicatezza e l'importanza della materia trattata, che i commissari fossero tutti titolari: da qui le tre sostituzioni. C'e' poi l'esigenza che, per quanto possibile, le commissioni rispettino le stesse proporzioni dell'Aula, fermo restando il piu' completo rispetto dell'articolo 67 della Costituzione''. In merito all'Italicum, che approdera' in Senato dopo la riforma, Zanda si augura che ''venga salvato il ballottaggio, che vengano abbassate le soglie di ingresso e alzata quella deldel 37 e che venga introdotta una seria alternanza di genere''. E conclude: tra le preferenze e i collegi? '' Io preferisco i collegi''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni