lunedì 16 gennaio | 18:02
pubblicato il 23/lug/2014 16:58

Riforme: Zanda, Pd contro voto segreto, serve a cercare franchi tiratori

(ASCA) - Roma, 23 lug 2014 - ''In via 'naturale' un Parlamento democratico vota - e deve votare - con voto palese. Tutti i parlamentari debbono dichiarare pubblicamente la loro opinione e il loro voto sulle leggi e sugli altri provvedimenti''. Lo afferma il capogruppo del Pd al Senato Luigi Zanda.

''Il regolamento del Senato codifica rigidamente rarissimi casi in cui e' ammissibile il voto segreto - aggiunge -.

Bisogna quindi guardarsi bene da interpretazioni forzate, artificiose e strumentali del Regolamento finalizzate solo a cercare franchi tiratori, sperando che, nel segreto dell'urna, si affondino le riforme di cui il Paese ha bisogno''. ''Questa mattina - conclude Zanda - , nella riunione della giunta del regolamento del Senato, la maggioranza dei componenti ha espresso l'opinione che rispetto agli emendamenti alla riforma della Costituzione il voto segreto non possa essere ammesso''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello