sabato 25 febbraio | 11:05
pubblicato il 09/lug/2014 10:47

Riforme: Zanda, fretta? Con 4 letture tempo per pensare e ripensare

+++Il capogruppo dem a chi chiede piu' tempo: ''Sara' la capigruppo a decidere il calendario''+++.

.

(ASCA) - Roma, 9 lug 2014 - ''Per sua natura un ddl di riforma costituzionale non puo' avere fretta, pewrche' la Costituzione stessa prevede 4 letture. Abbiamo tutto il tempo per pensare e ripensare. Abbiamo esaminato questa provvedimento dal mese di aprile, la discussione in commissione e' stata approfondita. Ora il lavori sonoalla fase finale e vanno coordinati sul calendario con gli altri importanti provvedimenti che il Senato dovra' esaminare nei prossimi giorni''. E' con queste parole che il presidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda ha risposto, al termine di un breve dibattito in Aula, ai senatori e ai gruppi che hanno chiesto un rinvio piu' ampio di un giorno per l'approdo del ddl sulle riforme in Aula del Senato.

Zanda ha infine ricordato che in ogni caso ''sara' la conferenza dei capigruppo a decidere il calendario''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech